15 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Gennaio 2021 alle 15:22:45

Archivio Sport

Pellegrini: il Taranto è in pole position


Il direttore generale rossoblù, Domenico Pellegrini, ex calciatore anche nei professionisti nella sua Martina Franca, fa le carte al campionato di serie D, da lui definito uno dei più complicati degli ultimi anni. Taranto Buonasera lo ha intervistato.

Pellegrini, il girone H sarà come sempre ostico?
“I nomi sono quelli che ben conosciamo e sarà come sempre il classico torneo molto combattuto e ricco di insidie. Nella mia personale griglia di partenza metto Matera, Monopoli e Taranto su tutte, ma non disdegno Brindisi, Bisceglie e Turris.


Parliamo di mercato: ci sono elementi svincolati di qualità quali Tozzi Borsoi, Balestrieri ed Improta per l’attacco.

“Parliamo di talenti che sicuramente farebbero comodo a chiunque, anzi, aggiungo che sono sprecati per l’Interregionale, ma con la regola degli Under è inutile girarci intorno, bisogna accettarle e basta. Poterne avere uno di loro in rosa sarebbe il massimo, visto che gli svincolati si sono incrementati numericamente in modo abnorme nell’ultimo periodo”.

La Lega Pro sarà un campionato stravolto invece…
“Sicuramente non sarà normale come negli altri anni, visto che in Prima non ci saranno retrocessioni ed in Seconda invece si dovrà lottare per arrivare tra le prime otto, da martinese spero che i biancazzurri conservino la categoria e che tra un anno ci sia il derby”.

A dicembre poi riaprirà il mercato; si rischia in questo modo di ‘falsare’ il campionato?
“In parte sì, visto che comunque è una sessione che si svolge in un periodo cruciale della stagione e molte compagini spesso ne escono stravolte. Da un lato però è anche comodo perché chi è in difficoltà può a sua volta comunque rinforzarsi e quindi trovare i giusti appigli per migliorarsi”.

La curva nord verrà riaperta finalmente per intero?
“Siamo in attesa dell’ok della Commissione di vigilanza ma si tratta di una semplice formalità, per cui passeremo a 12.151 posti effettivi con l’intero settore finalmente agibile. Dovremo organizzarci in modo molto concreto anche nella gestione del personale di servizio, ma è importante che il cuore pulsante del tifo abbia il suo apporto”.

Soddisfatto della campagna abbonamenti?
“Molto, visto che sono già 1.200 le sottoscrizioni e c’è enorme entusiasmo attorno alla squadra, siamo contenti di questo perché l’apporto del pubblico è fondamentale in ogni momento. Puntiamo ad incrementare il numero dei fedelissimi, speriamo anzi di arrivare a 1.500 sottoscrizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche