16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 10:30:59

Archivio Sport

“Taranto, è solo l’inizio”


TARANTO – La vittoria di ieri contro il Real Metapontino è stata salutare ma si è posto in chiaro un problema palese quale quello di reperire giocoforza degli esterni, ruolo al momento scoperto e su cui il tecnico Enzo Maiuri si è soffermato in maniera chiara e concisa nel dopogara. Il direttore sportivo Alessandro De Solda, contattato in mattinata, ha confermato che la rosa va puntellata entro due-tre giorni al massimo: “Sono necessari questi tre esterni” ha detto “confermo quindi le frasi che ha detto l’allenatore e sto lavorando per completare un organico che comunque, parlando degli altri ruoli, è a sua volta al completo. Fonzino da par suo non è un esterno di ruolo e si è dovuto adattare, ponendo in chiaro un esempio lampante, quindi ora aspettiamo alcune risposte di alcuni elementi già interpellati”.

Vivacqua è secondo lei un’ipotesi ancora fattibile? “Si sta allenando con la Primavera della Lazio ed il tecnico Alberto Bollini vorrebbe tenerlo nella rosa dei campioni d’Italia del settore in questione, siamo in attesa di capire bene quali saranno le sue intenzioni e se verrà contrattualizzato o meno dalla società capitolina. Le alternative ovviamente non mancano, ci servono due under ed un over, entro un paio di giorni saremo a posto anche in questi settori”. Rosa di qualità a suo parere? “L’allenatore ha a disposizione 22 elementi, sono tutti a sua disposizione ed ieri si è visto come il gruppo risponde bene in senso unificato collettivo. Con questi tre innesti il discorso mercato si chiuderebbe definitivamente almeno fino a dicembre alla riapertura delle liste”. Mercoledì sera presentazione ufficiale della squadra a Piazza Castello, la città come risponderà? “Noi vogliamo regalare a questi tifosi tante soddisfazioni e ci teniamo a precisarlo, abbiamo allestito un organico in grado di fare bene e di puntare a traguardi importanti. Siamo contenti che ci sia stato un buon numero di abbonamenti sottoscritti, la città ha risposto bene, ora dobbiamo solo partire col piede giusto in campionato, anche se le premesse sembrano ottime, almeno stando a quanto visto ieri in coppa Italia”. Giampiero Clemente e Cristiano Ancora da parte loro si confermano garanzie, figlie di una classe innata sicuramente meritevole di altre platee pallonare. Il successo del Taranto sul Real Metapontino ha portato in calce la loro griffe ed inietta fiducia positiva in vista del debutto contro il Vico Equense tra sette giorni sempre sul green dello Iacovone, con la prima rete frutto di astuzia e la seconda, quella del 35enne palermitano, da cineteca con una rovesciata ravvicinata in area strappapplausi. Conferme ottime anche da Francesco Mignogna, un figlio doc della città bimare e tornato alla base dopo anni in “esilio” in giro per lo stivale e da Pietro Balistreri, entrato al posto di Clemente a metà ripresa.

Guglielmo De Feis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche