Archivio Sport

Taranto calcio, è già caccia ai tre punti


TARANTO – Domani, ore 15, scatta la missione rossoblù del riscatto e con l’organico ormai quasi al completo è giusto rimarcare come il Taranto sia la compagine da battere in questo campionato, sebbene il Matera di Vincenzo Cosco non sia da meno dopo essersi assicurato l’ex di turno Domenico Girardi.

In casa jonica, risolto finalmente l’annoso problema relativo alla curva nord che tornerà agibile per intero dopo oltre cinque anni dalla chiusura dell’anello inferiore, l’attesa è enorme con Clemente e compagni che puntano all’immediato successo contro il Vico Equense per aprire bene una stagione che si preannuncerà comunque molto complessa.

Out Pasqualicchio e Molinari, il resto della ciurma sarà al completo ed il tecnico Enzo Maiuri non avrà che da scegliere, sebbene sembra scontato il duo avanzato Clemente-Ancora che ha ben convinto in coppa Italia contro il Real Metapontino. A proposito di coccarda tricolore, Prosperi e compagni torneranno in campo mercoledì 11 settembre nei 32esimi sempre in gara secca a Bisceglie, quindi tre giorni dopo la seconda giornata a Manfredonia. Tornando al match di domani, sicuramente con la riapertura dell’intero covo degli ultras non è esclusa una grossa cornice di pubblico, stante ora una capienza di 12mila posti, anche se l’orario ed il caldo potrebbero tenere lontani molti tifosi che magari opteranno per gli ultimi scampoli di mare.

Come rimarcò Massimo D’Azeglio nel 1861 al momento dell’Unità d’Italia “L’Italia è fatta, ora bisogna fare gli italiani” la stessa frase va disposta alla città: “Il Taranto è fatto, ora bisogna solo vincere sul campo” e stavolta non ci saranno più scuse, la Ferrari è sotto gli occhi di tutti nelle mani sapienti di Maiuri, 44enne milanese (per metà calabrese, ndr) che ha trovato nella città bimare la sua dimora da quasi vent’anni al fianco di sua moglie Valeria e delle sue due bimbe e che ama questi colori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche