Archivio Sport

Taranto, no di Orlando. Va a Matera


TARANTO – Non sarà un ‘tradimento’ o un affronto vero e proprio, ma certo in casa Taranto un poi’ di rabbia c’è: stamattina, infatti, Fabio Orlando (nella foto), esterno under su cui avevano messo gli occhi i rossoblù ed il Matera, ha scelto. Ed ha preferito prendere la via della Basilicata, attratto – stando a quanto si è appreso – dalla migliore offerta economica del club lucano.

Il tecnico Cosco può contare su un elemento di sicuro valore, svincolatosi dalla Paganese; il trainer ionico Enzo Maiuri chiede ora al suo direttore sportivo, Alessandro De Solda, di chiudere per il laziale Vivacqua, dopo che anche Redi, come anticipato da Taranto Buonasera, ha rifiutato la corte del Taranto preferendo in questo caso l’approdo tra i professionisti, al Castel Rigone, seconda divisione Lega Pro.

Il duello di mercato tra Taranto e Matera può segnare, ad ogni modo, quello che potrebbe diventare un leit motiv della stagione, con pugliesi e lucani indicati come i maggiori pretendenti per quel primo posto che, grazie anche alla riforma dei campionati, permetterà di sbarcare la prossima stagione nella terza serie nazionale.

Tutto su Vivacqua, quindi. Anche lui esterno, ed anche lui under, rappresenta del resto la prima scelta, ed oggi diventa un obiettivo irrinunciabile. C’è da convincere lui, e pure il padre che gli fa da procuratore, ma trapela ottimismo per la positiva conclusione della trattativa, entro la fine di questa settimana che culminerà, domenica, con la prima trasferta dell’anno, a Manfredonia. Trasferta libera, con tifosi tarantini al seguito e 400 biglietti a disposizione. Calcio d’inizio alle 18.

Domani sarà il campo di Roccaforzata ad ospitare l’allenamento di rifinitura, scelta dettata dalla necessità di saggiare il campo d’allenamento in sintetico in previsione del viaggio in terra sipontina. Non si può sbagliare, dopo la falsa partenza di domenica, quello 0-0 con il Vico Equense che ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche