23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Archivio Sport

Taranto punta sul “nuovo Giovinco”


TARANTO – Per altezza e caratteristiche è stato accostato a Sebastian Giovinco. Adesso Paolo Marciano è chiamato a confrontarsi con una realtà come Taranto, per un possibile esordio nel football dei “grandi”. Nato a Salerno il 9 marzo 1995, il fantasista napoletano approda a Taranto dopo un confronto che ha visto da una parte Pantaleo Corvino, ds viola, e dall’altra il talent scout rossoblu Sergio Mezzina. E’ considerato uno dei talenti migliori del nostro calcio, e si è laureato capocannoniere al torneo Vitulano, nel quale la Fiorentina ha battuto in finale il Livorno.

La formula con cui sbarca in Puglia è il prestito con diritto di riscatto a favore del sodalizio di via Martellotta. Prima del passaggio in Toscana, era stato sotto la lente d’ingrandimento degli osservatori del Manchester United, sempre attenti da Macheda in poi ai giovanissimi attaccanti made in Italy. Se Marciano è accostato a Giovinco, è Fabrizio Miccoli il calciatore in cui in più occasioni è stato paragonato Filippo Falco, tarantino doc e dato come vicino al passaggio nella sua città. Le altre voci sono in uscita, come è noto. A Montichiaro approdato il giovane attaccante Dalì ed il centrocampista Giordani, primo acquisto estivo ma bloccato dall’infortunio che lo ha tenuto fermo praticamente per tutta questa parte di stagione. Fa le valigie anche Nicola Russo, chiamato a confrontarsi con un’esperienza lontano dalla sua città, con ogni probabilità Andria. Per un tarantino che parte, come accennato, ce n’è uno che potrebbe arrivare. E’ Filippo Falco, di fatto ‘gemello’ di Russo come caratteristiche, ma che per sbocciare è emigrato prima nella vicina Lecce, poi a Pavia. Gli ionici vorrebbero riportarlo a casa, destinazione decisamente gradita al giocatore. Taranto insomma prova a diventare protagonista in questa sessione di mercato puntando molto sui giovani talenti, una strada che potrebbe rivelarsi importante con l’obiettivo di continuare a rimanere ai vertici del campionato di Prima Divisione. E domenica c’è la sfida al Lumezzane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche