20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 09:30:53

Archivio Sport

Guazzo, assist a Girardi: Con lui ottima intesa


TARANTO – “Sul gol Daniele Sciaudone ha battuto una punizione sul primo palo ed io sono stato bravo ad anticipare il difensore, segnando questo gol, che è molto importante per me e per la squadra. Prima della rete ero stato un po’ sfortunato perché il portiere aveva compiuto un miracolo su un mio colpo di testa e poi ho colpito una traversa. Però tutto è bene quel che finisce bene, come si dice, e ci prendiamo tre punti fondamentali. Sapevamo che il Lumezzane è un’ottima squadra e se a questo si aggiunge che riprendere dopo la sosta natalizia non è mai facile, penso che dobbiamo essere soddisfatti di quanto fatto vedere.

Nonostante un primo tempo non entusiasmante siamo stati bravi a mantenere la calma ed attendere il momento giusto per affondare il colpo”. Se il campo ha parlato, ieri, lo ha fatto tramite Matteo Guazzo, attaccante che ha ‘risolto’ il difficile match contro il Lumezzane. Il Taranto, aspettando la penalizzazione, resta a -1 dalla Ternana. La rete è arrivata dopo l’uscita di Girardi ed il ritorno al modulo con i due esterni offensivi. “Una casualità” ha voluto chiarire l’attaccante arrivato lo scorso gennaio dal Melfi. “Mi trovo bene a giocare con Girardi, nel primo tempo abbiamo fatto anche qualche bel movimento. Poi è ovvio che giocando da un anno con i due esterni, sia quello il modulo che ci fa esprimere al meglio, perché il modulo con le due punte l’abbiamo provato solo questa settimana. Ma se in futuro ci dovesse essere di nuovo bisogno di giocare con le due punte, siamo a completa disposizione del mister”. “Nella ripresa siamo partiti col piglio giusto e anche le gambe rispondevano meglio. Era importante vincere, anche perché considerando i risultati delle altre siamo condannati a rincorrere” è l’analisi del dopo-gara di Angelo Antonazzo. “Siamo in grado di scindere le vicende societarie da quelle del campo: abbiamo un sogno che va al di là dello stipendio e stiamo lottando per poterlo tramutare in realtà. Personalmente sono contento di me stesso, sto andando di pari passo con gli altri. In confronto all’anno scorso vedo in me stesso maggiore serenità e concentrazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche