23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Archivio Sport

I “fuorisede” non si fermano: Operazione 1000

TARANTO – Un pareggio che fa allontanare la Ternana (la capolista è a +3, virtuale +5 vista la penalizzazione che arriverà ai rossoblu) ma che non raffredda il popolo dei fuorisede. Nemmeno il tempo di commentare lo 0-0 di Ferrara contro la Spal che i tarantini ‘esiliati’ nel Nord Italia preparano il prossimo obiettivo: la missione 1.000, come si è già battezzata la partita in programma domenica prossima a Pavia. La macchina organizzativa è già in pieno movimento, per far sentire a casa i ragazzi di mister Davide Dionigi.

Del resto, a Pavia viene ricordato come un “esodo” la trasferta dei tifosi foggiani, che si presentarono in 250. Si può fare di più, potrebbe essere lo slogan dei tarantini. La squadra, dal canto suo, ricomincerà ad allenarsi domani ripartendo proprio dalla gara di ieri. “Sapevamo divenire a giocare contro una squadra forte, ma siamo riusciti comunque a fare la partita imponendo il nostro gioco” sono state le parole dell’esterno Federico Rizzi”. In effetti, il Taranto avrebbe potuto fare sua l’intera posta in palio. “ Peccato per l’occasione fallita da Guazzo e Chiaretti ad inizio secondo tempo: avrebbe potuto cambiare le sorti dell’incontro. Comunque un pareggio ottenuto su questo campo è un buon risultato, queste partite spesso si rischia di perderle. Dispiace perché davanti laTernana non si ferma e magari in un altro momento il punto ottenuto intrasferta sarebbe stato visto in maniera migliore”. “La nostra è stata una grande prestazione. Ho visto la mentalità di sempre e la stessa voglia di vincere. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi per il modo in cui si sono espressi contro la Spal, una squadra costruita per i playoff. Abbiamo subito un solo tiro in porta da parte di Arma e nella ripresa abbiamo avuto il comando anche se alla fine è venuta fuori un po’ di stanchezza”. Questo il commento di Dionigi. “La Ternana? Noi stiamo facendo un ottimo campionato, ma la stagione è lunga e il nostro compito sarà quello di restare agganciati alla prima. Il loro calendario al momento è favorevole, ma i bilanci li faremo dopo”.

Giovanni Di Meo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche