05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Agosto 2021 alle 05:58:00

Archivio Sport

“Effetto notte”. Al via la corsa per Taranto-Sorrento

TARANTO – La corsa comincia oggi, con l’apertura della prevendita. Il traguardo è fissato per lunedì sera, stadio Erasmo Iacovone, ore 20.45, quando sotto i rifllettori andrà in scena la partita tra Taranto e Sorrento. Una sfida al vertice, con i rossoblu impegnati nella corsa a due con la Ternana ed i campani che lottano per i playoff. Una sfida che per certi versi è già iniziata, nel momento in cui è terminata quella vita ieri a Pavia dai ragazzi di Dionigi. Hanno segnato Coly e Di Deo, due dei calciatori ionici più corteggiati in questa sessione di calciomercato, ma la copertina è per gli ottocento fuorisede presenti nello stadio lombardo, che hanno idealmente fatto ‘sentire a casa’ la compagine pugliese.

E’ la seconda trasferta, dopo quella di Ferrara, dove i supporters tarantini emigrati per studio o per lavoro al nord si fanno sentire, e fanno sentire la loro voce ai loro beniamini. Lunedì si torna a casa, allo Iacovone, e sarà un’ideale passaggio di consegne: ai ‘residenti’ il compito di non far rimpiangere i ‘fuorisede’ e dimostrare quanto la città creda in questa squadra. Il pareggio della Ternana ha portato virtualmente in testa i rossoblu, appesantiti però dal -1 lasciato in eredità dalla vicenda calcioscommesse che li ha visti “beneficiari inconsapevoli”, e dal -2 che arriverà in questa settimana, legato alla questione stipendi. A suonare la carica, nel dopogara di Pavia, è stato il neoacquisto Danilo Alessandro: “Abbiamo rosicchiato due punti importanti alla Ternana e questo non può che essere positivo. Tuttavia non dobbiamo fermarci e abbiamo il dovere di lavorare bene in settimana e guardare subito avanti alla sfida di lunedì prossimo con il Sorrento. Siamo tutti lì e ce la giocheremo fino alla fine, non dobbiamo fermarci a pensare ma guardare rapidamente avanti tirando le somme a campionato finito per vedere dove saremo arrivati”. L’ex Grosseto ha descritto così la sua nuova realtà: “Siamo una squadra che si esprime bene, giocando un buon calcio. E’ difficile trovarne così in giro, speriamo di giocare sempre come ritiene opportuno il mister”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche