28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Settembre 2021 alle 23:58:00

Archivio Sport

“Con la Ternana un testa a testa sino alla fine”


TARANTO – Prima ha fermato la Ternana, poi s’è preso il lusso di bloccare anche il Taranto, 1-1 allo Iacovone. Egidio Notaristefano, milanese ma con genitori ‘emigrati’ da Palagianello, è l’uomo giusto per fare un raffronto tra i rossoblu e gli umbri. Oggi i rossoverdi sono impegnati sul difficile campo di Benevento; da parte loro, senza penalizzazioni oggi gli uomini di Dionigi sarebbero in vetta, da soli, alla classifica.

“Il Taranto è una grande squadra” le parole pronunciate ieri dall’allenatore appulo-lombardo “come lo è la Ternana: hanno entrambi grandi qualità, le ho viste per certi versi simili, almeno sotto questo punto di vista. Non c’è dubbio che siano le compagini migliori del girone”. Due le differenze, per Notaristefano. “La Ternana mi è sembrata più forte fisicamente. Il Taranto, poi, potrebbe soffrire la condizione economica, ma devo dire di aver visto un gran gruppo, vincente e combattivo. Da parte nostra noi siamo lì, e vogliamo arrivare il più in alto possibile. Anche in inferiorità numerica il Taranto ci ha messo paura, in particolare sulle palle alte, dove non riuscivamo a contenerli. Abbiamo avuto diverse palle gol, ma nel calcio per vincere devi buttarla dentro. Eravamo 63 anni più giovani del Taranto”. A fare la differenza, sino a questo momento, sono proprio le penalizzazioni, che stanno ‘riscrivendo’ la classifica. “Guardare la graduatoria e vedere in fondo la lunga coda delle penalizzazioni non è bello. I verdetti dovrebbero arrivare solo dal campo. Purtroppo, in Lega Pro si vive questa situazione, mi auguro che si risolva al più presto”. Domani, intanto, si presenta come l’ennesima scadenza fondamentale. Infatti, si chiudono i termini per saldare le pendenze arretrate ed evitare ulteriori penalizzazioni in classifica. Per il Taranto, se dovesse scattare la recidiva, i punti con il segno meno davanti potrebbero essere addirittura quattro, con tutte le conseguenze del caso. Il quadro sarà molto più chiaro tra poco più di ventiquattr’ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche