18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Archivio Sport

Dionigi studia le mosse per la Pro Vercelli


TARANTO – Mister Dionigi studia il Taranto. Mentre nell’aria infuria la polemica con la capolista Ternana. Due fronti aperti, con i vertici rossoblu che non hanno lesinato risposte al vetriolo alle considerazioni poco amichevoli arrivate dall’Umbria. Strascichi del match di sabato scorso, ma anche di una tensione che si è innalzata tra i due club dopo il pareggio raggiunto dal Taranto proprio sul finale della partita. Ma ora Dionigi e i suoi sono chiamati a concentrarsi sulla sfida del prossimo turno, che ha l’obiettivo principale di blindare l’eventuale piazza d’onore in vista dei playoff.

Allo Iacovone arriva l’agguerrita Pro Vercelli. E di fronte troverà un Taranto in emergenza, proprio in ragione delle conseguenze della battaglia con la Ternana. Ieri nella tappa di fine settimana il mister ha provato lo schieramento che dovrebbe scendere in campo. A centrocampo si dovrà fare i conti con la rivoluzione forzata, imposta dalla contemporanea assenza di Sciaudone, Antonazzo e Rizzi. Via libera, salvo sorprese, a Pensalfini al posto di Sciaudone e a Garufo per Antonazzo. Sulla sinistra spazio all’esordiente Bertolucci. Qualche dubbio resta per l’attacco che sarà orfano di Chiaretti. Al netto delle defezioni il mister dovrebbe affidarsi al 3-4-3 con Sosa, Di Bari e Prosperi sulla linea di difesa. Garufo, Pensalfini, Di Deo e Bertolucci a centrocampo. Il tridente, invece, dovrebbe essere composto da Alessandro, Mendicino e Rantier, con Guazzo che spera all’ultimo di sfilare la maglia di titolare a Mendicino. Decisamente più sfumate le possibilità di vedere in campo, almeno dall’inizio, Girardi. Oggi, intanto, tornerà a parlare l’allenatore rossoblu. Proprio una sua valutazione piuttosto esplicita ha innescato la polemica che in queste ore viaggia sull’asse Terni-Taranto. Dopo le velenose considerazioni del Ds umbro Cozzella, c’è da vedere se il mister ionico sceglierà di glissare sugli attriti con la capolista o vorrà rilanciare la palla. Di certo la partita di domenica rappresenta una priorità rispetto ai veleni con la Ternana che almeno in questo campionato non si avrà più l’opportunità di sfidare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche