15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Archivio Sport

Dionigi come Conte: è lui “mister X”


TARANTO – La chiamano ‘pareggite’. Sintomi? Chi ne è afflitto non perde, ma fatalmente accumula punti di ritardo in classifica. La grande malata è la Juventus, che a furia di pareggi è stata superata dal Milan. Ma, scendendo di categoria, il ‘morbo’ sembra aver contagiato anche il Taranto di Davide Dionigi. Viareggio, Carpi, Ternana e Pro Vercelli hanno infatti costretto al segno X la seconda della classe del campionato di Lega Pro Prima Divisione. E, proprio come accade ai bianconeri del tecnico salentino Antonio Conte, sono gli attaccanti a finire nel mirino perchè segnano poco, e senza gol è difficile portare a casa i tre punti.

A differenza di quanto fa il Milan in serie A, però, le contendenti della formazione ionica non corrono. La Ternana, ad esempio. Capolista con cinque punti di vantaggio (di cui tre a tavolino), ha avuto la doppia chance di ammazzare il campionato, sciupandola con due segni X di fila, compreso quello maturato a tempo scaduto e con un uomo in più allo stadio Libero Liberati proprio contro il Taranto. Sei, in quattro gare, i punti accumulati dalla compagine umbra. La differenza con i rossoblu, insomma, la fanno proprio le ultime quattro gare e le penalizzazioni per il calcioscommesse e per i mancati pagamenti degli stipendi. Le corazzate campane, Sorrento e Benevento, sono discontinue, mentre la Pro Vercelli (30 punti nelle ultime 15 partite) ha visto rallentare la sua corsa dall’Avellino vincitore mercoledì nel recupero di campionato. Il Taranto, ora, deve cercare di guarire dalla fastidiosa pareggite che l’affligge a partire dalla prossima trasferta, a Monza, domenica allo stadio Brianteo. Dionigi in questi giorni sta lavorando tantissimo sull’attacco, alternando uomini e schemi in previsione della gara con i lombardi. La mossa del tecnico potrebbe essere il rilancio dal primo minuto di Domenico Girardi, chiamato a dimostrare sul campo la sua voglia di riscatto, in un tridente insieme a Rantier ed a Danilo Alessandro, una delle rivelazioni dell’ultimo periodo in casa rossoblu.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche