26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 22:33:00

Archivio Sport

Benevento accusa. “Insulti razzisti a Ousmane Sy”


TARANTO – L’accusa arriva dalla Campania. E rende ancora più velenosa una diatriba che va avanti da tempo e che il risultato del campo ha già acuito. Sarebbe volato anche un insulto razzista tra Ousmane Sy, il giocatore di colore ex rossoblu, e l’esterno del Taranto Danilo Alessandro. L’episodio al termine del match, molto teso, giocato allo Iacovone ieri sera e conclusosi in parità, 1-1, reti di Di Deo e, nel recupero, di Siniscalchi.

Le telecamere di SportItalia presenti a Taranto hanno immortalato la rabbia di Sy, ‘calmato’ da un dirigente beneventano e da alcuni dei suoi ex compagni. Amareggiati per il risultato del campo, come spiegato nel dopogara da Davide Dionigi. “Ho visto un buon Taranto – le sue parole – che non avrebbe rubato nulla se fosse riuscito a portare a casa la vittoria. Nel primo quarto d’ora non siamo andati bene, permettendo al Benevento di contenere e ripartire anche se non abbiamo mai subito apertamente. Siamo venuti fuori con la solita voglia, andando anche a colpire un palo con Rizzi. A mio avviso, per come si erano messe le cose e per quello che abbiamo fatto vedere soprattutto nella ripresa, il risultato è bugiardo. La squadra è viva, lotta. Magari l’approccio non è stato dei migliori, ma non dimentichiamo che avevamo di fronte un gruppo costruito per vincere il campionato, e una volta prese le misure, non ci hanno più infastidito. La fortuna, però, ci assiste poco in questo periodo”. Diverso, ovviamente, il giudizio del collega campano Carmelo Imbriani. “Per buona parte del primo tempo abbiamo tenuto ritmi alti facendo quasi sempre la partita. Nella ripresa siamo stati punti al primo errore, ma abbiamo reagito con carattere. Il pareggio è il risultato più giusto che ci permette di proseguire nella striscia positiva. Se avessimo perso sarebbe stata un’ingiustizia. Il risultato premia la nostra forza, la nostra qualità, e spero di raggiungere i playoff. Non dimentichiamo che abbiamo fatto una rincorsa incredibile: un mese e mezzo fa eravamo a un passo dai playout”. “Volevamo i tre punti, c’è tanta rabbia per come sono andarte le cose” il commento di Guido Di Deo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche