27 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Settembre 2021 alle 21:24:00

Archivio Sport

Taranto fermo ma le altre non corrono


TARANTO – Pericolo scampato o occasione perduta: il Taranto si interroga su come considerare i risultati della ventisettesima giornata del girone A di Prima Divisione. Venerdì sera i rossoblu si sono fatti agguantare al 92’ dal Benevento; ieri invece la Ternana non è andata oltre lo 0-0 a Pavia, come la Pro Vercelli a Foligno. Le ultime della classe, insomma, hanno fatto un favore ai ragazzi di Dionigi, lasciando immutate le distanze dalla capolista e dalla terza in classifica.

Si porta a -3 invece il Carpi, che ha sconfitto il Sorrento il cui margine di (in)sicurezza dal Benevento per l’ultimo posto utile per accedere ai playoff è un solo punto. La prossima tappa del cammino del Taranto è la trasferta a Como, appuntamento da non sottovalutare dal punto di vista agonistico, ma che rischia di essere preceduto da più di una polemica sul fronte dei biglietti. Stando a quanto arriva dalla cittadina lariana, i tifosi del Taranto potrebbero essere dirottati in tribunale centrale, al poco modico prezzo di 25 euro a biglietto più diritti di prevendita. Non una trasferta economica, decisamente, con il rischio di limitare l’ormai consueto apporto dei fuorisede alla causa rossoblu. E questo in uno scorcio comunque molto importante del campionato del Taranto, chiamato a guadagnarsi la migliore posizione possibile negli scontri che valgono la serie B, i playoff. Per farlo, Prosperi e compagni dovranno riuscire ad isolarsi anche dall’altro fronte caldo, anzi rovente: gli stipendi e la corresponsione di quanto pattuito per i cosiddetti diritti d’immagine. Una scadenza non rispettata, che ha inevitabilmente fatto nascere tensioni con – ancora – con la società in un momento topico della stagione. Entro mercoledì, è stato detto, la situazione dovrebbe normalizzarsi, con l’obiettivo di disinnescare possibili polemiche. Anche perchè se il Taranto ha vistosamente rallentato l’andatura, con sei pareggi di fila, le altre decisamente non corrono, ed allora tutti i giochi sono aperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche