19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Archivio Sport

Valerio D’Addario si dimette: “Ma il progetto va avanti”


TARANTO – Una decisione choc, che arriva prima del fondamentale derby con il Foggia. Valerio D’Addario non è più il vicepresidente del Taranto. Lo ha comunicato lo stesso figlio ed ormai ex vice di Enzo D’Ad-dario, nel corso di un’importante conferenza stampa tenutasi questa mattina allo stadio Erasmo Iacovone. “Ci sono stati problemi quest’anno, alcuni dei quali anche a mia insaputa, ma sono stanco di essere preso in giro. Mi hanno detto di tutto. Resterò vicino alla squadra perché mi è stato chiesto dai giocatori, ma riprenderò il mio incarico solo a determinate condizioni”.

E’ un passaggio di quanto detto da D’Addario jr, che ha aggiunto come “mio padre è la persona giusta per fare calcio. Il progetto D’Addario non finirà, cerchiamo il sostituto di Angeloni e del sottoscritto per andare avanti”. Valen-tino Angeloni, infatti, ha assunto la carica di capo degli osservatori dell’Inter, lasciando quella di uomo-mercato del sodalizio di via Martellotta. “Il presidente è una persona perbene, pulita, non ha mai fatto del male a nessuno. E’ complicato fare calcio in questa città perché è un ambiente particolare, con i suoi pregi e i suoi difetti. Non ho preso in giro nessuno. Mi dimetto per ricoprire altri incarichi. Sono mentalmente scarico per alcune cose dette sul mio conto: non sono un tossicodipendente, sono solo un sportivo che si allena come tutti e non mi va di essere sbeffeggiato e insultato dopo tutto quello che ho fatto per la società. Le mie dimissioni e la richiesta fatta da mio padre sono giunte con un giorno di scarto l’una dall’altra” le parole pronunciate, con tono pacato, da Valerio D’Addario. La lunga mattinata dello Iacovone è stata caratterizzata anche da altre parole. Quelle di Fabio Prosperi, con il capitano rossoblu che ha voluto precisare che “i giocatori sono stati tutti pagati. Non è vero quanto abbiamo letto o sentito. La società è adempiente. Ora dobbiamo soltanto pensare a restare uniti”. A margine dell’incontro con i giornalisti, la notizia dell’imminente rinnovo del contratto per Di Deo e Di Bari. E’ stato quindi il tecnico Davide Dionigi a far tornare sotto i riflettori la partita di domani con il Foggia. Calcio d’inizio alle 17.30, con diretta su Rai Sport. “Dovremo giocare senza farci condizionare dalla serie di pareggi. Non dimentichiamo che non perdiamo da 17 partite. A prescindere da come giocheremo, con i rossoneri sarà fondamentale vincere, consci delle insidie della partita. Stringara non molla mai, è un tipo arcigno, bravo nella fase di non possesso. Le sue squadre sono tignose”. Inutile negare le difficoltà del momento. “Facciamo fatica a segnare, ci manca il gol, ma i ragazzi devono solo sbloccarsi. Il momento è particolare, la qualificazione playoff però non si decide col Foggia. Ci giocheremo il piaz-zamento nelle ultime sette partite Tutte le squadre che sono davanti in classifica hanno rallentato la corsa e noi, nelle ultime sei gare, abbiamo comunque affrontato squadre di ottimo livello”. Su D’Addario jr, il tecnico ha aggiunto che “mi spiace tantissimo e mi auguro che Valerio torni presto. A Valentino Angeloni faccio i complimenti per il passaggio all’Inter”. Intanto, in una nota il Taranto si è associato al dolore del Foggia per la morte dell’ex portiere rossonero Franco Mancini.

Giovanni Di Meo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche