05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2021 alle 11:58:00

Archivio Sport

La rincorsa rossoblu passa dalla notte di Pisa


TARANTO – “Affrontiamo una squadra praticamente salva, e che scenderà in campo senza la pressione della classifica. Mi auguro, quindi, che non si chiuda, come hanno fatto altre squadra in questo campionato”. Davide Dionigi suona la carica. Perchè la pazza idea di una ricorsa alla capolista che non vince più, la Ternana, c’è ma non si dice. Un aiuto potrebbe venire dal calendario, visto che se stasera il Taranto affronterà un Pisa che ha poco da chiedere al campionato, la Ternana se la vedrà con il Sorrento. “Una gara difficile per entrambi” sorride il tecnico rossoblu.

Che ha tenuto la barra dritta anche nelle difficoltà: “La mia squadra non ha mai perso la testa, nemmeno nei momenti peggiori. Chiaramente non si può andare a mille per una stagione intera e anche quando per qualcuno ci siamo ammalati di pareggite, abbiamo sempre fatto la nostra parte. Mi vengono in mente le partite con Pro Vercelli, Monza e Benevento che per sfortuna e imprecisione non siamo riusciti a trasformare in vittoria. Questa squadra ha sempre lottato e lotterà per poter realizzare il sogno che la città di Taranto si porta dietro da quasi vent’anni”. Il Pisa, in ogni caso, non regalerà nulla. “Giocheremo per la nostra maglia e per i nostri tifosi” il grido di battaglia di Alessandro Pane, tecnico pisano. “Ci vorrà una prova eccellente per avere ragione di una squadra forte come quella rossoblu. Partite come queste nascondono sempre delle insidie, ma possono essere risolte anche da un episodio: mi auguro sia a nostro favore. I 38 punti che abbiamo conquistato sul campo sono sufficienti per ritenerci salvi, ma l’obiettivo è migliorare la prestazione della passata stagione. Vogliamo superare quota 43, cercando di toglierci qualche soddisfazione”. Il vero obiettivo è la Coppa Italia. “Siamo in finale, e ne siamo orgogliosi. Il campionato, però, va onorato”. Stasera scenderà in campo una squadra diversa, almeno parzialmente, rispetto a quella scesa in campo allo Iacovone con il Foggia. Torna in campo Guido Di Deo, che rientra dalla squalifica e giocherà in coppia con Davide Giorgino, mentre Davide Bertolucci darà il cambio a Federico Rizzi. In attacco, invece, lam squalifica di Danilo Alessandro e le non perfette condizioni fisiche di Lucas Chiaretti aprono la strada ad una conferma di Mendicino e Girardi, con Rantier che torna dal primo minuto. Bremec; Sosa, Di Bari, Prosperi; Garufo, Di Deo, Giorgino, Bertolucci; Mendicino, Girardi, Rantier. Questo dovrebbe essere l’undici iniziale della compagine di mister Davide Dionigi. La Ternana, 58 punti, domenica s’è fatta raggiungere dal Monza in casa, confermando di vivere un momento non facile. A Sorrento troverà ad affrontarla una squadra forte, che giocherà con il coltello tra i denti per difendere la posizione nella griglia playoff. Più agevole il compito del Taranto (53 punti), che a Pisa non dovrà sottovalutare l’avversario, ma che ha dalla sua l’entusiasmo di chi è tornato a vincere in un derby sentito come è quello con il Foggia, mentre il Carpi (sempre 53 punti) affronterà il Monza. Dopo la sosta di Pasqua, il Taranto affronterà il Tritium allo Iacovone, la Ternana ospiterà la Reggiana, il Carpi sarà impegnato con il Benevento: tre giorni dopo c’è il recupero di Como-Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche