26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Settembre 2021 alle 20:36:00

Archivio Sport

Rossoblu in campo per la svolta


TARANTO – Ventiquattro uomini per due partite. Oggi (ore 18) a Como, domenica a Foligno. E’ il momento clou della stagione, per il Taranto di Dionigi. Dopo la nuova penalizzazione (totale: -7) gli ionici sono in piena lotta playoff, con un solo punto di margine sul Benevento. Il recupero con i lariani è fondamentale, per riportare a distanza di sicurezza i sanniti. Questi i convocati per i due impegni a distanza ravvicinata: portiere Bremec, Faraon, Maraglino; difensori Bertolucci, Cutrupi, Di Bari, Prosperi, Sanna, Sosa, Zorzal; centrocampisti Antonazzo, Di Deo, Garufo, Giorgino, Pensalfini, Sciaudone, Vicedomini; attaccanti Alessandro, Bradaschia, Chiaretti, Girardi, Guazzo, Mendicino, Rantier.

Non convocati Pensalfini, Rizzi e Coly, che lavoreranno a Taranto in previsione del doppio appuntamento interno con Tritium e Reggiana. Al Sinigaglia il tecnico rossoblu dovrebbe schierare Bremec in porta, alla centesima gara con la casacca del Taranto, Sosa, Di Bari, Prosperi in difesa, Garufo, Di Deo, Giorgino, Bertolucci sulla mediana, Alessandro dietro le due punte Girardi e Mendicino. In panchina, almeno inizialmente, Antonazzo – preferito Garufo – e Chiaretti – entrerà a gara in corso – almeno secondo le indiscrezioni dell’immediata vigilia. Come detto, è importantissimo l’impegno di oggi, perchè il Taranto ha l’esigenza di blindare i playoff dopo la pesante mazzata inflitta dalla Commissione Disciplinare che ha inferto ulteriori quattro punti di penalizzazione per il mancato pagamento degli stipendi ai tesserati. Un ostacolo in più sono, inevitabilmente, le quattro partite in dodici giorni che attendono i rossoblu. Oggi a Como sarà osservato un minuto di silenzio per Piermario Morosoni. Da segnalare come l’Associazione di Promozione Sociale Fondazione Taras 706 a.C. abbia deciso di donare all’A.S. Taranto un defibrillatore automatico esterno, il cui utilizzo sarà subordinato al settore giovanile.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche