29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Archivio Sport

Foligno tabù per le grandi: rossoblu senza appello


TARANTO – Non c’è tempo per pensare alla beffa di Como, con il Taranto che ieri ha subito il pareggio a tempo scaduto. La formazione di mister Davide Dionigi è già al lavoro in vista della seconda trasferta consecutiva, quella che domenica la vedrà di scena a Foligno. Per la squadra rossoblu, quindi, la corsa ai playoff passa dal campo dell’ultima in classifica, che però in casa con le grandi è sempre riuscita a fare risultato. Sono due, adesso, i punti di vantaggio del Taranto sul Benevento, la sesta forza del campionato, che preme per entrare nella zona spareggi in un torneo stravolto dalle penalizzazioni – sono sette i punti di handicap per i ragazzi di Dionigi – ed assolutamente incerto, tanto in testa quanto in coda, dove sono confinati i falchetti umbri.

Il Foligno non ha alternative alla vittoria, se vuole sperare ancora di agguantare i playout, ed è facile immaginare, per domenica, una sfida al calor bianco. Insomma, ha molto da fare mister Dionigi, amareggiato dopo un pareggio al sapore di beffa. “Penso che la squadra abbia disputato una partita perfetta, interpretata bene, creando molte occasioni. Purtroppo il nostro problema resta quello di non saper chiudere il match nel momento opportuno”. A rendere peggiore la giornata, l’infortunio di Mendicino: stiramento. Soprattutto, c’è da lavorare sul fronte psicologico, dopo la mazzata del meno quattro della Disciplinare a cui si somma la rete di Tavares che ha, di fatto, sottratto altri due punti dalla classifica. “Una doppia batosta. Vincere a Como ci avrebbe consentito di ‘vedere’ i playoff, oltre a dimostrare che questa squadra è capace di fare una cosa come sessanta punti (uno in più della Ternana capolista, ndr) sul campo”. Resta il ventesimo risultato utile consecutivo. “Adesso c’è solo rammarico. Abbiamo una serie di partite che sembrano abbordabili sulla carta, ce la giochiamo sulla distanza di quattro gare. A Foligno, domenica, l’unico obiettivo non può che essere adesso la vittoria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche