19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Archivio Sport

Rotta su Avellino: Coly recupera, Alessandro no


TARANTO – Un occhio a domenica, per una vittoria che chiuderebbe nel miglior modo possibile un campionato memorabile, ed uno ai playoff. E’ forse la preparazione della gara più difficile, quella che vede impegnato Davide Dionigi in questi giorni. Ad Avellino la formazione ionica può chiudere con un successo che consegnerebbe il primato virtuale alla squadra di Dionigi, alla quale però non basterebbe aver fatto più punti di tutti, sul campo, per raggiungere la serie B. Saranno spareggi, quindi. E anche in ragione di questo il trainer farà le sue valutazioni.

Danilo Alessandro dovrebbe essere tenuto a riposo a causa di una piccola contusione al ginocchio. Lo stop eviterebbe altre complicazioni. Discorso diverso per il difensore Momo Coly. Il senegalese ha sì recuperato dall’infortunio alla coscia sinistra rimediato nel derby con il Foggia ed è quindi a disposizione del suo allenatore per la partita che si giocherà allo stadio Partenio-Lombardi. Anche se convocato, però, non sarà titolare. Piuttosto, partirà dalla panchina, in modo da garantirgli un inserimento graduale ed evitare il possibile rischio di ricadute. Sempre in prospettiva spareggi, da segnalare come il Carpi giocherà nel suo stadio, al Cabassi oggetto di lavori di restyling, dopo aver giocato una stagione intera a Reggio Emilia. La ripresa della preparazione della squadra di mister Davide Dionigi è avvenuta ieri. Taranto, Carpi, Pro Vercelli e Sorrento – l’ordine lo dirà proprio l’ultima giornata, i rossoblu puntano alla seconda posizione – si giocheranno un posto in serie B, insieme alla Ternana una volta che saranno chiusi i giochi della cosiddetta stagione regolare. C’è già fermento in città, per un appuntamento fondamentale, dopo un campionato che comunque rimarrà memorabile nella storia del calcio tarantino. “Siamo nella storia, possiamo entrare nella leggenda”: le parole di mister Dionigi sono già nel cuore dei supporters di fede rossoblu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche