18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Archivio Sport

“Sarà come contro il Melfi”

TARANTO – Operazione “remuntada”. O forse è meglio dire operazione “Melfi 2”. Si giocherà in un clima infuocato, e certo non soltanto per l’aspetto del meteo, la semifinale di ritorno dei playoff per la serie B, Taranto-Pro Vercelli. E’ la conseguenza di quanto si è visto ieri, allo stadio Silvio Piola, dove la formazione piemontese si è imposta per 2-1 sui rossoblu di Dionigi. Decisivo il gol in pieno recupero di Espinal, al termine di un match intensissimo, con un palo e due reti annullate al Taranto, un rigore sbagliato dai vercellessi che hanno giocato buona parte del secondo tempo in dieci per l’espulsione di Murante al 15’ della ripresa.

Tra le due reti del centrocampista domenicano, che ha un passato non proprio felicissimo con la casacca rossoblu, c’è quella di Angelo Antonazzo. Il risultato, comunque, non chiude ai rossoblu le porte della finale, anche se adesso è obbligatorio vincere allo Iacovone, davanti ai tifosi tarantini, già in piena mobilitazione per la partitissima di domenica. Gli atteggiamenti poco sportivi registrati in Piemonte – ne parliamo a parte – stanno caricando ancora di più l’ambiente, e tra i tifosi si fa riferimento al precedente di un’altra semifinale, quella per la C1, contro il Melfi. Anche in quel caso l’andata terminò con una sconfitta, poi allo Iacovone il risultato venne ribaltato. Su internet gira l’appello a rispolverare i fischietti utilizzati all’ex Salinella, con i quali i tarantini fecero sentire letteralmente tutta la loro pressione alla formazione ospite, che ne uscì travolta. Di certo, i 10.000 posti disponibili allo Iacovone saranno gremiti, per spingere i ragazzi di Dionigi alla vittoria. Dall’altra parte del tabellone, importantissimo successo del Carpi a Sorrento, con i campani che devono adesso vincere con due gol di scarto per raggiungere la finale. In apertura di ripresa la doccia gelata per il Sorrento, con il contropiede del Carpi e Ferretti che sul filo del fuorigioco trova il jolly che può segnare lo sorti della semifinale. La prossima, per le quattro contendenti alla promozione in serie B, sarà quindi la domenica della verità. Ed il Taranto da parte sua è pronto a calarsi l’asso del pubblico dello Iacovone per riuscire a superare anche questo ostacolo e tagliare il primo traguardo, la finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche