23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

TARANTO – Una vittoria. Per ribaltare la sconfitta dell’andata e guadagnarsi l’accesso alla doppia finale per la promozione in serie B. Detto così è semplice. Più difficile, anzi impossibile, è tradurre in parole l’emozione che accomuna tutta Taranto alla vigilia della partita con la Pro Vercelli che si giocherà domani pomeriggio (ore 15, c’è la diretta su Rai Sport: all’andata è finita 2-1) in uno Iacovone pieno di 10.000 cuori rossoblu che batteranno all’unisono. Obiettivo, spingere al successo la squadra di Davide Dionigi. A parlare è proprio lui, il mister, ripercorrendo la gara d’andata.

“Abbiamo segnato tre gol, due ci sono stati annullati, in più abbiamo fallito numerose occasioni, ma sotto il punto di vista del gioco abbiamo fornito senza dubbio una prestazione positiva. Domenica sarà importante mettere in campo tutta la grinta che abbiamo, in partite come queste l’aspetto caratteriale conta in maniera significativa. Non fa piacere perdere in quel modo, ma abbiamo già smaltito la rabbia derivata da una sconfitta immeritata. Dobbiamo ripartire ancora più carichi di quanto non lo fossimo prima, senza cadere in provocazioni di qualsiasi genere”. C’è spazio per un passaggio sull’arbitro, non per le polemiche: “Ci auguriamo che l’arbitraggio di La Penna sia degno di una gara così importante e decisiva”. Allo Iacovone la Pro Vercelli ritroverà in panchina l’allenatore Maurizio Braghin, reduce da tre giornate di squalifica: “Per tutta la stagione, i miei ragazzi hanno messo in campo carattere e attenzione. Non va dimenticato che domenica abbiamo vinto in inferiorità numerica. Per noi, la prossima è una partita che vale tanto, tutto, ma non ci tiriamo indietro”. Il presidente piemontese, Massimo Secondo, ha parlato del Taranto come “favorita per la B. Domenica abbiamo fatto una grande partita, vinta in nove contro undici allo scadere. Andremo alIo Icovone con infortunati e squalificati, ma proveremo a ripeterci”. Per quanto riguarda le formazioni, Iemmello, protagonista in negativo del match d’andata per il gestaccio verso i tifosi rossoblu, potrebbe partire dalla panchina a vantaggio di Malatesta, autore dell’assist per il gol decisivo di Espinal, ex di turno autore di una doppietta. In porta Valentini, in difesa spazio a Bencivenga, Ranellucci, Masi e Armenise; Germano, Espinal e Marconi a centrocampo, Disabato giostrerà alle spalle di Malatesta e Martini. Dionigi, da parte sua, pare orientato a inserire dal primo minuto due elementi d’esperienza quali Federico Rizzi e Julien Rantier, oltre a Momo Coly. Davanti a Bremec, spazio al senegalese con Sosa e Di Bari, a centrocampo Rizzi, Sciaudone, Di Deo ed Antonazzo, con Chiaretti e Rantier in attacco, ai lati di Domenico Girardi. Il dodicesimo uomo dovrà essere il pubblico dello Iacovone, che si presenterà vestito a festa. Prevista la presenza di un centinaio di sostenitori piemontesi.

Giovanni Di Meo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche