23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

Archivio Sport

L’ultimo faccia a faccia?

TARANTO – Uno c’era, l’altro no, quando andava in scena il momento in assoluto più critico della storia recente del Taranto. Ed oggi è chi – il dg Mike Hulls – comunque era presente allo Iacovone che vuoe certezze da chi – il presidente Enzo D’Addario – non c’ha messo la faccia, davanti a 10.000 tifosi in lacrime. “L’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione è fondamentale” sono le parole del manager inglese, di fatto oggi l’unico vero referente della As Taranto. Il vertice con D’Addario (“Si terrà in giornata” è quanto ha detto a metà mattinata) è destinato ad essere un punto di non ritorno, in un percorso che si presenta decisamente pieno di ostacolo.

Nelle scorse settimane l’ipotesi si era fatta avanti con l’interessamento di un imprendiore che ha mandato avanti l’ex patron Ermanno Pieroni per trattative che a un certo punto sembravano giunte a buon fine. E se il mancato approdo in B era pure un’ipotesi contemplata negli accordi, oggi all’orizzonte sembrano esserci pochi spiragli: del resto, servono una cosa come cinque milioni di euro per assicurare continuità ad un club che pure, sul campo, si era assicurato la promozione in serie B grazie al lavoro di mister Davide Dionigi e dei suoi ragazzi. Tutti virtualmente degli ex, in attesa dello svincolo che, con la messa in mora, dal 4 giugno dovrebbe lasciare i calciatori liberi di accasarsi altrove. Magari a Reggio Calabria, dove si trasferirà il tecnico intenzionato a portare con sè i suoi uomini più fidati. Alla finestra ci sono i tifosi, che si preparano ad un’estate come pensavano e speravano di non dover più affrontare. L’incubo è quello della mancata iscrizione al campionato e del conseguente azzeramento del calcio rossoblu, che nella sua storia è già passato dai campi polverosi e difficilissimi del dilettantismo. In molti sperano in un colpo di scena, magari concretizzato nel ricorso presentato dall’avvocato Nicola Russo, di cui parliamo in questa stessa pagina. Ma ad oggi sembra esserci poco spazio per l’ottimismo. Si invoca un intervento delle istituzioni, e domani il sindaco Ippazio Stefàno fresco di riconferma ed il presidente della Provincia Gianni Florido dovrebbero incontrare una delegazione di tifosi: resta da capire per dire cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche