24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Archivio Sport

“D’Addario vuole iscrivere la squadra. Ma serve un aiuto”


TARANTO – Un anno fa, in questa stessa stanza di palazzo di città, Enzo D’Addario diceva che il suo Taranto non avrebbe mai avuto problemi economici e che Taranto avrebbe vissuto il sogno della B. Dodici mesi dopo, mentre la città vive l’incubo dell’addio al calcio professionistico, nella stessa sala Davide Dionigi scrive l’ultimo atto della sua storia in rossoblu. “Ho scelto il municipio perchè è il cuore della città. Ringrazio il sindaco” le parole del quasi ex allenatore, formalmente legato al club da un contratto sino al 2016.

“Quello che voglio dire è che io e la squadra abbiamo dato tutto per questa maglia e questi colori. Abbiamo battuto record, fatto grandi cose. Non rovinatelo, non roviniamolo. Mi riferisco alle cose che si sentono dopo la semifinale dei playoff. Si sono venduti la partita, hanno mollato: non è vero. Semplicemente abbiamo trovato un avversario più carico di noi, ci hanno annullato tre gol, e nel calcio si può perdere. L’estate scorsa ho rinunciato alla B per il Taranto, perchè volevo la promozione. E la volevano tutti i calciatori. Potevano andarsene a gennaio, non l’hanno fatto”. Cosa resta del suo rapporto con D’Addario: “Porto rispetto a chi ha gettato tanti soldi per il Taranto, e che mi ha fatto fare questo mestiere. Certo, molte cose si potevano fare diversamente”. Prima di Dionigi ha parlato il sindaco. “Dobbiamo essere orgogliosi, come città, che il Taranto sia il vincitore morale del campionato. Ho parlato pochi minuti fa con il presidente D’Addario” ha continuato Stefàno “mi ha detto di aver fatto grandi sacrifici economici in questi tre anni, ma adesso i soldi sono finiti. Mi ha assicurato la volontà di iscrivere il Taranto al prossimo campionato, ma ha bisogno di un aiuto finanziario. Entro sabato spero di incontrare interlocutori disponibili. Il tavolo che ho convocato con gli imprenditori? C’è stata la gara per essere invitati, ma non ci sono stati risultati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche