Archivio Sport

Taranto, in arrivo altri punti di penalizzazione


TARANTO – Fine settimana all’insegna dei contatti con l’Inghilterra. E gli Europei non c’entrano nulla. La multinazione d’oltremanica interessata al club rossoblu sta vagliando i documenti contabili consegnati da D’Addario a Nico Bruni, referente su Taranto degli inglesi, ma alle porte c’è una scadenza importante. Se entro lunedì non verranno corrisposte le mensilità a tutto il 30 aprile, per il Taranto arriverà un’altra penalitè, uno o due punti, che andranno a sommarsi al -6 già maturato per non aver saldato il primo trimestre del 2012. In caso di mantenimento della categoria i rossoblu dovranno partire da -7 o -8, con ogni probabilità, handicap al quale sommare le possibili penalizzazioni in caso di domanda di iscrizione incompleta o non corretta.

Una strada ad ostacoli, quindi. Oggi il Taranto può formalmente contare su un allenatore, Davide Dionigi, legato da un contratto pluriennale ma già in parola con la Reggina, e su tre calciatori: Sciaudone, Chiaretti e, da ieri, Domenico Girardi. I primi due sono state trattenuti, disinnescando la messa in mora, con il pagamento delle spettanze arretrate, per poterli poi rivendere e monetizzare. Storia diversa per il numero 9 di Terzigno. E’ stato lui, in questo caso, a non firmare la messa in mora. Il Chievo ha deciso di non riscattarlo, anche se sarebbe bastata l’offerta minima di 1.000 euro per prendersi tutto il cartellino, ed ora Girardi è a tutti gli effetti un calciatore del Taranto. Ma su quale sarà il futuro del Taranto, oggi, non ci sono certezze. Per l’acquisizione del club, anche in maniera per così dire graduale, l’unica strada percorribile rimane come detto quella inglese, mentre gli italo spagnoli di Platinum Invest si sono offerti per una sponsorizzazione; ma resta la questione relativa al via libera richiesto per l’impianto di distruzione di rifiuti che è il core business della società fondata da imprenditori italiani con sede però a Valencia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche