Archivio Sport

Il tradimento di Di Deo. L’amarezza dei tifosi


TARANTO – Dopo Daniele Sciaudone ed il giovane talento Mauro Gori andati al Bari, c’è un altro brutto rospo da digerire, per i tifosi rossoblu. Il centrocampista Guido Di Deo ha firmato un contratto di un anno con la Ternana. Per il calciatore campano, classe 1881, che lo scorso anno ha complessivamente raggiunto 26 presenze e 6 reti con la maglia del Taranto, è un ritorno in rossoverde, dove ha già disputato 105 partite ed indossato la fascia da capitano. Una beffa, per i supporters ionici, visto che il grintoso centrale era stato uno dei pilastri della squadra di Dionigi, che aveva guidato nel testa a testa con gli umbri. Il suo essere un ex ternano ne aveva fatto quasi un idolo per la tifoseria tarantina. Adesso, come in una brutta storia d’amore, Di Deo ha scelto il suo passato, con il passaggio alla corte della formazione allenata da Mimmo Toscano.

Una diaspora senza fine, quella della squadra giudicata tra le più forti del calcio tarantino, fermata nella sua corsa alla promozione in serie B dalla zavorra di sette punti di penalizzazione che hanno spianato la strada alla promozione della Ternana. Ovviamente, però, a tenere in ansia i tifosi è la questione societaria. Dalla ridda di voci degli ultimi giorni emerge, più forte, quella che vuole l’imprenditore tarantino Massimo Giove vicinissimo al ritorno in sella come presidente del Taranto, carica già ricoperta nell’era Pieroni. Un incontro, che potrebbe rivelarsi decisivo, è atteso nel week end dopo essere saltato ieri. “Di incontri ce ne sono tanti, ogni giorno. Stiamo lavorando alacremente. Di certo non siamo immobili” spiega, sibillino, Gianni Cataldino, ex vicesindaco al quale il riconfermato primo cittadino Ippazio Stefàno ha affidato il compito di seguire il caso calcio. Per provare ad avere un futuro, quindi, il calcio tarantino guarda al passato. Del resto, tutti i nomi usciti sinora hanno a che fare con un Taranto precedente a quello a guida D’Addario, che ha finito la sua corsa con la sfortunata semfinale playoff con la Pro Vercelli. Anche Emanuele Papalia e Gigi Blasi hanno ricoperto la carica di presidenti. Chi non ci sarà, nel futuro del calcio rossoblu, sarà la Platinum Invests che ha scelto Mantova dove dg sarà Vittorio Galigani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche