29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Archivio Sport

Papalia, pista barese con Bongiovanni e Zelatore


TARANTO – Lavori in corso. Per dare una forma alla squadra che dovrà giocare allo Iacovone, e nello stadio, per il primo anello della curva nord (la foto è tratta da internet). C’è “movimento”, intorno al Taranto. Ad essere attivo è Emanuele Papalia, presidente del consorzio Asi e alla testa della cordata/public company dalla quale il pallone rossoblu dovrebbe ricominciare, dopo il crac dell’era D’Ad-dario. Lo stesso Papalia starebbe cercando di coinvolgere nel suo progetto Taranto Antonio Flora, imprenditore che opera nel ramo della sanità privata e già presidente del Barletta. Con lui, a fare da leader del sodalizio immaginato da Papalia, ci sarebbe l’avvocato Tonio Bongiovanni, un passato nella pallavolo con la Prisma Volley in serie A1.

La presidenza, in uno scenario di questo tipo, sarebbe appannaggio di Elisabetta Zelatore, persona di fiducia di Bongiovanni. E’ quanto emerso dall’incontro di ieri con i quindici soci che – con paretecipazioni diverse – affiancherebbero Papalia in questa operazione. Per giovedì, intanto, si attende la circolare della Federcalcio con la quale saranno rese note le date e le norme per accedere all’ex lodo Petrucci. Uno snodo fondamentale per il calcio ionico che spento il sogno cullato quest’anno di promozione in serie B adesso ha come obiettivo, più modesto, la serie D, il massimo campionato dilettantistico nazionale. Sarà un fine settimana impegnativo, per Papalia, che all’inizio della prossima settimana vorrebbe “fare il punto” e presentare la sua proposta a Palazzo di Città. Restano da capire le intenzioni di Massimo Giove e Luigi Blasi, gli altri due nomi accostati al calcio rossoblu del dopo D’Addario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche