23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Archivio Sport

Il piano Boldoni. La cittadella per rifondare il calcio


TARANTO – Un progetto a due facce: la cittadella dello sport alla Salinella, ed una squadra per rilanciare il calcio in riva allo Ionio. Sono questi i due piloni del progetto approntato da Dario Boldoni, l’imprenditore campano che sembra essere interessato a rifondare il Taranto, partendo dalla serie D. Il suo programma, stando a quanto si è appreso, è stato già approntato e nella prossima settimana dovrebbe essere ufficializzato a Palazzo di Città. Come si diceva, l’imprenditore attivo nel settore dell’impiantistica sportiva avrebbe intenzione di scommettere sul Taranto.

Sul tavolo un progetto a costo zero per le casse comunali, con un ritorno in termini di riqualificazione urbana del quartiere che ospita lo stadio Erasmo Iacovone. A tal proposito gli emissari di Boldoni, stimolato ad intervenire a Taranto anche dall’ex rossoblu Francesco Montervino, avrebbero già effettuato un sopralluogo alla Salinella. Un passo che in realtà va ricollegato ad un progetto che l’imprenditore ha nel cassetto da circa tre anni. Già in passato, infatti, Boldoni aveva pensato di investire su Taranto. E avrebbe voluto avanzare le sue proposte quando l’ex presidente Luigi Blasi manifestò l’idea di abbandonare. Poi, però, nacque il patto tra lo stesso Blasi e D’Addario, poi culminato nella cessione della società all’imprenditore tarantino. Quella svolta convinse Boldoni a fare marcia indietro. Ora, però, sarebbero state rispolverate vecchie e nuove ambizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche