17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 13:49:00

Archivio Sport

Vertice decisivo tra Esposito e Papalia. Bongiovanni nicchia


TARANTO – Un nuovo vertice sulla strada della rinascita del calcio a Taranto. In giornata Emanuele Papalia, il presidente dell’Asi che sta provando a traghettare i rossoblu nella serie D, incontrerà l’imprenditore romano Antonio Esposito. Quest’ultimo è il nome nuovo di questo confuso momento della storia del calcio a Taranto. L’imprenditore con alle spalle esperienza nel mondo del pallone avrebbe già incontarato nei giorni scorsi gli emissari del sindaco Ippazio Stefàno. Il suo avvicinamento al calcio rossoblu, però, dovrebbe passare proprio dal progetto di Emanuele Papalia.

Come si ricorderà, il presidente dell’Asi ha approntato un progetto di public company che prevede la presenza di almeno due soci forti. In quest’ottica Esposito, ma si fa anche il nome di un altro imprenditore romano, Manolo Bucci, dovrebbe rivestire il ruolo di socio forte mettendo sul tavolo un investimento di 200.000 euro. Di qui l’incontro fissato con Papalia che nasce davvero sotto una buona stella visto che durante i colloqui dei giorni scorsi, Esposito avrebbe convinto con i suoi progetti gli uomini del sindaco Ippazio Stefàno sulla bontà del suo piano di investimenti. In attesa del vertice, però, sul possibile sbarco dell’imprenditore romano si registra la freddezza di Tonio Bongiovanni, l’ex presidente del volley tarantino. Bongiovanni, infatti, avrebbe manifestato l’intenzione di ritirare la sua disponibilità a partecipare al progetto Papalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche