19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Archivio Sport

Parla Papalia: Sono pronto a farmi da parte

TARANTO – “In presenza di un progetto serio, che parte dal territorio, non abbiamo nessuna difficoltà a farci da parte. Perchè il nostro unico intento era quello di salvare il pallone rossoblu. Davvero non è il caso di creare contrapposizioni assolutamente inutili, questa non è una corsa”. Parla in maniera pacata, Emanuele Papalia. Il presidente del consorzio Asi annuncia il disimpegno del suo gruppo-cordata, se il duo composto dagli imprenditori Fabrizio Nardoni e Mino Colomba, affiancati da altri tre soci minoritari, avrà l’ok del sindaco a guidare il nuovo corso del calcio a Taranto.

La prudenza è d’obbligo, nelle vicende del calcio nostrano. Ma Nardoni e Colomba sono, ufficiosamente, già alla guida. I contatti con il Comune per l’investitura ufficiale sono avviatissimi. Cè anche il progetto tecnico, che ruota attorno ad un nome, quello di Enzo Maiuri. Ex rossoblu, allenatore che ha maturato una certa esperienza in serie D, è il mister designato per il nuovo sodalizio che proprio dal primo campionato dilettantistico dovrebbe ripartire. E c’è, anche, una prima spina dorsale dell’undici affidato a Maiuri: in porta Faraon, in difesa il capitano Fabio Prosperi, a centrocampo Davide Giorgino. La situazione, comunque, è ancora in divenire. Quello che è certo è che entro il 6 agosto bisogna aver pronta la documentazione per l’iscrizione alla serie D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche