22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Archivio Sport

Gol e “fascia”. E’ Cosa il leader del Taranto


TARANTO – E’ andato dove lo ha portato a casa, tornando nella sua città nel momento più difficile, calcisticamente parlando e non solo. Enzo Cosa, uno che ha sempre segnato gol a raffica, è l’autore del primo gol nel campionato di serie D del Taranto. Rete che non verrà omologata, visto che la partita si rigiocherà, ma comunque importante: il numero 9 è stato freddissimo, nel trasformare il calcio di rigore. L’espulsione di Prosperi consegnerà a Cosa la fascia di capitano per il debutto di domenica. Intanto, è da registrae che “in relazione alla prima gara di campionato tra Fortis Trani e Taranto che si è svolta nello stadio comunale di Trani, la società Taranto Football Club 1927 comunica di aver inviato un messaggio al Dipartimento Interregionale e agli organi dell’Aia di solidarietà e partecipazione per una pronta guarigione dell’arbitro Marco Castello”.

E’ quanto si legge in una nota. “Non di meno, la società ha provveduto ad inoltrare agli organi federali competenti un preannuncio di reclamo in relazione alla sospensione dell’incontro e all’omologazione del risultato di gara. Si tratta di un atto dovuto, anche per rispetto degli sportivi tarantini e tutela degli interessi della società, al fine di consentire agli organi di giustizia competenti di pronunciarsi sulla vicenda, del tutto anomala nel panorama nazionale. La società si riserva, nei prossimi giorni e fatte le dovute valutazioni, di far seguito o meno all’inoltro del reclamo ufficiale. Vista la delicatezza dell’argomento, la Taranto F.C. 1927 ha imposto ai propri tesserati l’assoluto riserbo sulla questione”. Se tiene banco la mancata vittoria di Trani, la società continua ad essere operativa sul mercato. Questa settimana sono previsti ulteriori arrivi, per completare e rendere ‘definitiva’ la rosa a disposizione di mister Tommaso Napoli. In terra barese i rossoblu hanno stupito per autorità e per lo spirito di squadra: non è sembrato che il gruppo si allenasse insieme da soli 15 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche