02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00

Archivio Sport

Mignona o Faccini. Un derby speciale per due rossoblu


TARANTO – Ogni derby, si sa, è un incrocio di storie. E questo Brindisi-Taranto lo è, anche in serie D. E ne ha di cose da raccontare. In clima di ‘nuova provincia’, accorpamenti e simili, ci sono poi le storie personali dei protagonisti. In casa rossoblu i riflettori sono rivolti verso Francesco Faccini, brindisino doc, ma già nuovo beniamino dei tifosi tarantini, e Francesco Mignogna, pulsanese, un passato proprio in riva all’Adriatico in attesa di una rinascita che spera di trovare nella sua terra. Si giocano una maglia, Francesco & Francesco, in un Taranto che però deve fare i conti con il rebus 1994.

Cose da serie D, dove gli under sono un obbligo: la classe ‘94 è rappresentata dall’attaccante Bongermino, che però non è al meglio e rischia di dover passare il testimone a Brancato, un difensore. Con inevitabile rimescolamento di carte, nei diversi reparti. Se il laertino ci sarà, ed indosserà la ‘sua’ maglia numero 9, Fumai andrebbe sulla sinistra e Faccini o Mignogna a destra. Ieri, nel test con i Delfini, è toccato proprio al pulsanese, con Faccini al centro del tridente. Lo stesso Fumai ieri ha marcato visita, insieme a Stigliano: Terrenzio è tornato nuovamente nel cuore del trio di difesa, con Prete esterno. Nel test di ieri pomeriggio, tripletta per Cosimo Sarli, che nei fatti è già un ex visto che va verso la rescissione contrattuale. Nel week-end non troverà posto solo la sfida del Franco Fanuzzi, ma anche il calciomercato visto che sono attesi sviluppi per quanto riguarda il possibile arrivo del bomber argentino Hernan Molinari, attaccante sul quale in molti sono disposti a scommettere e che è individuato come l’uomo giusto per il salto di qualità della compagine allenata da Giacomo Pettinicchio. Prima di tutto, però, c’è da affrontare il derby ionico-adriatico, fondamentale per il prosieguo della stagione visto che c’è da dare continuità al successo con il Grottaglie, rotondo nel punteggio (4-1) ma non nella prestazione: c’è da migliorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche