28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 17:57:00

Archivio Sport

La Juniores “vendica” i grandi: 4-0 al Nardò


TARANTO – La vendetta migliore è quella del campo. Ed è la juniores rossoblu, allora, a vendicare quanto successo domenica a Nardò: i baby tarantini hanno sconfitto 4-0 i parietà salentini. “Non era facile giocare dopo quello che è successo domenica scorsa con la prima squadra e in seguito ad un periodo di inattività di dieci giorni. La squadra ha dimostrato che ha voglia di vincere ed è importante per capire dove possiamo arrivare. Sappiamo che dobbiamo dare sempre il massimo perché sono inammissibili i cali di concentrazione. Quando giochi in questo modo tutti fanno bella figura. Nel nostro gioco nulla è improvvisato, tutto è studiato minuziosamente con il lavoro.

Nessuna voglia di rivalsa: noi e la formazione di Pettinicchio siamo due cose differenti”. “Chi scrive che il Taranto è stato accolto con ospitalità e cordialità non racconta la verità. Vetrugno? Oggi chiede scusa, ma domenica sera, a partita abbondantemente finita, ha tentato di aggredire prima Giacomo Pettinicchio e poi Guido Petrocelli, provando anche a fare irruzione nel nostro spogliatoio”. Così il presidente Zelatore è tornata sui fatti di domenica scorsa. “La squalifica di due giornate a Vetrigno dimostra che qualcosa è accaduto, eccome. Le tre giornate a Prete? Un’esagerazione. Valutiamo se fare ricorso” ha aggiunto il dg Pellegrini. Guardando al futuro: domenica c’è la sfida con il Polignano. Farà il suo esordio l’argentino Molinari, mentre tra i napoletani non ci sarà l’ex Alfredo Carriello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche