02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00

Archivio Sport

Stadio, il giorno della tregua


 

Doveva essere il giorno dell’ultimatum. E’ stato il giorno della tregua, se non proprio della pace.

E’ l’estrema sintesi di quanto si deve registrare dopo l’affollato sopralluogo di questa mattina allo stadio Erasmo Iacovone, presenti tra gli altri i presidenti del Taranto Fc e della Fondazione Taras, Zelatore ed Andriani e l’assessore comunale allo sport di fresca, anzi freschissima nomina, Gionatan Sciasciamacchia.

Il Comune è pronto ad abbassare drasticamente le proprie pretese per il canone mensile d’affitto: si passa da 6.000 euro a – secondo indiscrezioni – più abbordabili 2.500 euro.

“E’ stato un incontro sereno” ha ‘tranquillizzato’ il giovane neoassessore “con la società c’è intesa, a breve ci siederemo e discuteremo della riduzione del canone di locazione. Da parte nostra c’è tutto l’interesse a venire incontro alle esigenze del Taranto che è penalizzato, anche in termini economici, dal mancato utilizzo della curva nord”.

L’intesa potrebbe rendere più ‘docile’ la società in merito alla questione del manto erboso, dopo che il Taranto Fc s’era spinto addirittura a scrivere al Prefetto, nei giorni caldi del caso Ilva, chiedendo interventi urgenti. In realtà, non sarà così.

“Interverremo, in maniera drastica, sul manto erboso soltanto al termine di questo campionato, anche perchè quella invernale non è la stagione ideale per questo tipo di interventi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche