05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Archivio Sport

“Al Premio ci pensiamo noi”


 

Succede solo a Taranto. Dove due Consiglieri comunali devono dare vita ad un accordo bipartisan per supplire alla politica che non riesce a premiare una concittadina illustre. Nel caso, la tennista Roberta Vinci.

 

Spiega Aldo Renna: “Avevo presentato in Consiglio una mozione per una onorificenza alla nostra tennista. Non se n’è fatto nulla. Allora, insieme ad Enzo Di Gregorio, che pure è stato rimosso dal Sindaco Stefàno, abbiamo deciso comunque di organizzare una piccola cerimonia e consegnare, alla fine di questo 2012, una targa al merito a Roberta”.

Con l’atleta impegnata dall’altra parte del mondo per gli Australian Open, a ritirare il premio è stato il papà Angelo. “Lo ringraziamo” continua Renna “quella di oggi è una bella pagina per lo sport della nostra città”. “Abbiamo scelto di dare un premio a Roberta Vinci perché con i suoi successi continua a portare in alto la nostra città” – spiega il consigliere del Pd Vincenzo Di Gregorio che, assieme al ‘collega’ Renna, ha consegnato un premio al padre della tennista tarantina.

 

“Bisognava darle merito perchè il suo è stato un anno fantastico. Dopo aver conquistato tre Fed Cup con la nazionale Italiana ha portato a casa tre titoli internazionali diventando, assieme a Sara Errani, la tennista italiana più forte. Spero che in futuro anche l’amministrazione comunale scelga di tributarle il giusto riconoscimento”. Nel non facile rapporto tra politica e sport un posto d’onore lo merita il caso stadio. Il Comune continua ad avere una linea di difficile comprensione: prima la minaccia di sfratto, quindi la linea della distensione, poi una lettera con la quale si chiedono subito tutti gli arretrati. Se ne riparlerà ad inizio 2013. Sì, succede davvero solo a Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche