Archivio Sport

Caccia ai soldi per dare un futuro al Taranto


Operazione ricapitalizzazione. E’ uno snodo cruciale, quello che vive la società oggi presieduta da Fabrizio Nardoni.

Un passaggio importante, per il presente e per il futuro: dal buon esito di questo, infatti, passano anche le ambizioni di un Taranto che potrà fare un campionato diverso – come classifica, almeno, non come categoria – rispetto a quello vissuto oggi.

 

“Difendiamo la nostra passione” è il grido di battaglia lanciato dalla Fondazione Taras, l’associazione di tifosi che è anche azionista del Taranto Fc, che ha inaugurato una sorta di sottoscrizione popolare per raccogliere soldi da ‘girare’ al progetto ricapitalizzazione, e garantire la presenza del supporters trust all’interno dell’assetto societario. Ma è anche sul comportamento di Giovanni Colomba che c’è molta attesa.

Cosa farà l’imprenditore salentino, amico di vecchia data di Nardoni, e avvistato allo stadio Iacovone insieme al presidente (e neo assessore regionale)? “Scenderà in campo”, entrando di fatto nel calcio rossoblu, che sta ‘annusando’ da tempo, addirittura da prima dell’era Blasi? Quello che è certo è che dall’esito della ricapitalizzazione molto si potrà chiarire su come stia il Taranto Football Club 1927, e su quali potranno e dovranno essere programmi ed obiettivi del calcio ionico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche