x

x

Il Taranto incorona “Re Leone” Molinari

“Eravamo tranquilli, Hernan segna sempre, è il nostro bomber”. Parola di Ermanno Cordua: il centrocampista ‘incorona’ l’attaccante argentino, a segno anche ieri, nel derby pareggiato con il Brindisi (1-1).

Per lui è il decimo centro in quindici partite, ma non è bastato a ‘soddisfarlo’: voleva vincere, Molinari. Come tutto il Taranto, del resto.

Ancora Cordua: “La matematica non dice che siamo salvi, quindi non bisogna esultare. Quando ce lo dirà vorremo fare comunque più punti possibili, io e Prosperi siamo dall’inizio qui e non vogliamo fermarci proprio ora che stiamo per salvarci”.

Male il primo tempo, bene il secondo: “Questa squadra ha dimostrato ancora un volta che nei momenti di difficoltà si compatta e reagisce con grande voglia, determinazione e spirito di gruppo. Il primo tempo siamo partiti in sordina, però poi non ci siamo accontentati neanche del pareggio”. Sulla rete del Brindisi c’è il sospetto del fuorigioco: “Il calcio è fatto di episodi, non solo il gol ma anche l’espulsione poteva segnare la nostra partita in negativo”.