10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Archivio Sport

Pomigliano-Taranto: 1-1. Vittoria sfuma al 90′


E’ sfumata a novanta secondi dal termine la vittoria corsara del Taranto a Pomigliano. Una vittoria che avrebbe avuto il sapore dell’impresa, visto che Pettinicchio aveva dovuto mandare in campo una formazione largamente rimaneggiata che ha dovuto giocare dal 35′ della ripresa in 10 e gli ultimi 5 minuti addirittura in nove contro undici.

Alla fine, dunque, il risultato di parità 1-1 lascia un po’ l’amaro in bocca, perché ormai i tarantini pensavano realmente di poter chiudere in vantaggio il match.

 

Nel primo tempo, dopo una lunga fase di studio ed una leggera supremazia territoriale dei campani è il Taranto al 32′ che piazza la zampata vincente: Mignogna viene atterrato in area e l’arbitro ben piazzato comanda subito il penalty. Della trasformazione si incarica Molinari che non perdona.

Sull’euforia del vantaggio il Taranto gioca meglio e sfiora il raddoppio al 40′ con Curri che tutto solo davanti al portiere avversario manda alto.

Nella ripresa è il Pomigliano a premere sull’acceleratore, anche se il Taranto con orgoglio prova a ribattere colpo su colpo. Poi ci si mette anche la sfortuna: al 35′ della ripresa Grieco si infortuna e lascia la sua squadra in 10 visto che il tecnico aveva già effettuato tutte le sostituzioni a disposizione.

In 10 si fa ancora più dura. Il Pomigliano chiude il Taranto nella sua area e quando al novantesimo mancano 90 secondi, ecco il patatrac: Fallo di El Ouazni: rosso e rigore. Perfetto Panico nella trasformazione: palla a destra e portiere a sinistra.

Una mazzata per il Taranto costretto a giocare i 5 minuti supplementari concessi dal direttore di gara in 9 contro 11. E così, il triplice fischio finale viene accolto come una liberazione dai rossoblù che escono a testa bassa pensando a quel che poteva essere e non è stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche