22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 21:54:00

Archivio Sport

Il Taranto verso un cambio in società


Tempo scaduto. Si chiude oggi la ‘finestra’ temporale per la ricapitalizzazione del Taranto Football Club 1927; un passaggio, evidentemente, fondamentale per la vita societaria.

Più di qualcosa potrebbe cambiare nell’assetto societario del club calcistico ionico in previsione della prossima stagione, dopo l’annata di transizione che si sta chiudendo, seguita alla mancata promozione in B ed al fallimento del “vecchio” Taranto.

Intanto, ci si prepara alle tappe tarantine del torneo Città di Ostuni: allo Iacovone spazio alle tre gare che la juniores di Cazzarò giocherà contro Andria, Bari e Juventus, oltre ad una semifinale. “Questo torneo può essere un’ottima vetrina per i ragazzi, non dimentichiamo che proprio da qui passarono grandi nomi come Giovinco e Marchisio. E poi possiamo considerarlo un laboratorio per provare delle nuove regole da testare, come l’aumento delle sostituzioni durante il match” ha dichiarato il responsabile organizzativo Antonio Marzio.

Per il responsabile tecnico, Paolo Berrettini, ex allenatore della Nazionale under 19, “Il Taranto deve investire in giovani bravi, il che non vuol dire che bisogna far giocare obbligatoriamente 4 under, l’imposizione dettata da regole non rende giustizia a squadre come il Taranto obbligate a vincere dal blasone. I giovani devono essere inseriti gradualmente in un contesto di squadra”.

Grande attesa, ovviamente, per le sfide con Juve e Bari. Anche se si tratta ‘solo’ di calcio giovanile, sicuramente la risposta di Taranto sarà forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche