13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 17:00:38

Archivio Sport

Maraglino sbatte la porta. Incontro con Vicedomini


“La cosa più brutta è quando dopo un anno di sacrifici la gente ti gira le spalle e fa finta di non conoscerti! Non c’è riconoscenza nel calcio. Sempre e cmq forza Taranto, e grazie per le emozioni che mi avete regalato”. Un messaggio d’addio in piena regola, quello di Angelo Maraglino, ‘postato’ su Facebook. L’estremo difensore di Leporano, quindi, è virtualmente – è il caso di dirlo – un ex, mentre ci sono grandi manvore per disegnare il Taranto del futuro.

Un progetto di cui faranno parte l’allenatore Giacomo Pettinicchio, il centravanti argentino Hernan Molinari e, con ogni probabilità, Danilo Alessandro, di ritorno dal Voghera dopo i mesi vissuti con la casacca dell’As Taranto Calcio nell’ultimo anno tra i pro’ dei rossoblu. Da definire la definizione del centrocampista Carlo Vicedomini, altro reduce della stagione culminata con la sconfitta nei playoff ad opera della Pro Vercelli. Se ne discuterà in un faccia a faccia con la società.

“Non mi era mai capitato. Essere aggredito alle spalle da un vigliacco” è invece il post – non su facebook, ma sul proprio blog – di Vittorio Galigani, ex dirigente del Taranto, dg durante la presidenza Blasi, che ieri pomeriggio è stato schiaffeggiato sugli spalti dello stadio Erasmo Iacovone, dove era in corso la partita valida per il torneo di Ostuni tra Taranto e Andria vinta dai rossoblu 3-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche