27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 14:57:00

Archivio Sport

Roberta Vinci ad un passo dalla Top Ten


E’ uscita tra gli applausi del Philippe Chatrier. Roberta Vinci si è arresa, come da pronostico, alla numero uno Serena Williams (sono salite a 28 le vittorie consecutive della statunitense), ma ha fatto vedere il suo tennis elegante. Ad ogni buon conto, è un Roland Garros sinora positivo per lei, aspettando che dal doppio – il suo punto di forza – possano arrivare risultati ancora migliori.

Nel secondo set con la fortissima americana, la portabandiera dello sport tarantino nel mondo ha anche eseguito una volée che ha fatto alzare in piedi il pubblico del Centrale parigino. “Almeno una cosa mi è venuta bene…”. ha dichiarato Roberta scherzando in sala conferenze.

Poi aggiunge: “Lo sappiamo tutti, lei è fortissima, diciamo pure in giocabile. E’ in grande forma ed ero consapevole che sarebbe stata una partita quasi a senso unico. Sapevo che avrei dovuto giocare un match incredibile per metterla in difficoltà. Con una così puoi solo provare a toglierle qualche punto e qualche sicurezza. Ho cercato di fare qualcosa di diverso, ho provato a rischiare per poterle mettere un po’ di pressione… Se ho un rammarico dopo un match così è che forse nel primo set dovevo essere più aggressiva come lo sono stata nel secondo e non aspettare il suo errore”.

Oltre agli applausi del Philippe Chatrier le restano un bel po’ di punti (280) che si vanno ad aggiungere in classifica. E’ arrivata a Parigi da numero 15, al momento è numero 11 migliorando quindi il suo best ranking (è stata 12 il 15 aprile scorso). Le top ten sono lì a un passo. “Certo che ci penso, il mio obiettivo è entrare tra le prime dieci – dice Roberta – se non succede adesso più avanti.

Peccato aver incontrato qui negli ottavi proprio Serena, magari contro un’altra avversaria avevo più chance di andare ancora più avanti e conquistare più punti. Comunque aspetto la stagione sull’erba… Ma è inutile parlarne adesso, i conti si fanno alla fine dell’anno”.

Se l’avventura in singolare è finita, è nel doppio che la tennista ionica può avere maggiori chance per un Roland Garros da grande protagonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche