x

x

Il CJ Taranto vuole restare in corsa

Con la grinta, con il cuore e con il pubblico di Taranto. Il CJ Basket è pronto per gara 3 dei quarti di finale playoff di serie B Old Wild West. Con le spalle al muro, certo, ma con la convinzione di poter accorciare le distanze e restare in costa, restare al Palafiom. L’appello è stato già lanciato, alla città Taranto, ai tifosi, appassionati e semplici sportivi per essere sugli spalti venerdì 20 maggio alle ore 21 per incitare per 40 minuti Diomede e compagni nell’impresa di battere la corazzata della RivieraBanca Rimini Basket. Le prime due partite in Romagna hanno confermato i timori della vigilia, Rimini si è dimostrata una vera corazzata, per forza nei singoli e profondità nelle rotazioni. Anche martedì scorso in occasione di gara 2 la squadra di coach Ferrari è partita fortissimo sfruttando la miglior freschezza ereditata dalle rotazioni di gara 1 giocata solo 48 ore prima.

Ma Taranto non si è mai arresa come sottolineato da coach Olive: “Abbiamo provato a giocare in maniera più controllata andando più lungo sui giochi di attacco e magari limitando quelli che possono essere i rimbalzi e le possibilità di contropiede da parte loro. Ci siamo quasi riusciti nel nostro piano gara ma poi alla fine del secondo quarto quando eravamo incollati alla partita a -8 abbiamo concesso un paio di canestri facili e poi Tassinari ha messo da tre una delle sue invenzioni allo scadere e ci ha portato all’intervallo sotto di 14. L’impatto poi nostro del terzo quarto non è stato dei migliori, non ho visto la mia squadra pronta così come eravamo partiti all’inizio della gara e là Rimini è stato più brava a conquistare rimbalzi in attacco a dare più movimento palla creando un vantaggio importante che purtroppo ci ha portato fuori dal piano gara. La fiammata nostra c’è stata, anche importante, con tanto orgoglio e con tanta volontà da parte dei miei giocatori però purtroppo siamo andati da meno 25 a -88 ma quando butti tante energie nel campo alla fine contro una squadra di qualità e con tante rotazione come Rimini alla fine non arrivi lucido e la maggiore qualità loro è venuta fuori nel finale”.

C’è gara 3 all’orizzonte e coach Olive ci crede così come tutto l’ambiente CJ: “In queste poche ore che ci hanno separato dal rientro a Taranto e gara 3 abbiamo analizzato ciò che si è fatto di positivo, perché non butto tante cose, a cominciare dall’atteggiamento, e abbiamo analizzato le cose che abbiamo sbagliato, ad esempio le rotazioni difensive e troveremo sicuramente qualche altra alternativa per provare a contenere e limitare il potenziale offensivo. Giochiamo nel nostro palazzetto, giochiamo davanti ai nostri tifosi, laddove abbiamo dimostrato tutto l’anno che siamo una squadra che non molla mai e quindi venderemo cara la pelle, vogliamo in tutti i modi allungare la serie!” Appuntamento dunque oggi venerdì 20 maggio con palla a due alle ore 21 al PalaFiom, dirigeranno l’incontro i Signori Giovanni Roca e Pietro Rodia di Avellino.