x

x

Basket, Ad Maiora verso il ritorno in campo

Ad Maiora

Lasciate alle spal­le le festività natalizie in casa AdMaiora Lowengrube si torna a lavorare in ottica campiona­to. Doppio impegno ravvicinato per le rossoblu cha sabato undici gennaio ospiteranno sul parquet amico del PalaMazzola Salerno per poi affrontare il 14 la diffici­lissima trasferta di Capri, nel re­cupero del match non disputatosi a dicembre.

A fare il punto della situazione ci ha pensato la guardia Alessia De Mitri che da ex della contesa ha posto l’accento sulle insidie celate dalla gara contro le campane, sof­fermandosi poi sul momento della compagine allenata da Coach Pa­lagiano.

“Partiamo con fissi in mente gli stessi propositi con i quali ab­biamo iniziato questa stagione. Vogliamo crescere possibilmente centrando i play off che classifi­ca alla mano restano un obiettivo alla nostra portata. Anche duran­te questo periodo non abbiamo smesso di lavorare provando ad affinare ulteriormente la nostra intesa ma senza perdere d’occhio l’aspetto tecnico e tattico. Setti­mana prossima ci troveremo da­vanti una squadra tenace, per me poi questa sfida ha un sapore par­ticolare vestendo i panni speciali dell’ex, ma al di là del coinvolgi­mento personale vogliamo a tutti i costi riscattare la sconfitta rime­diata all’andata”.

Poi uno sguardo a Capri: “Altro impegno tosto, non le abbiamo mai affrontate ma conosciamo bene il loro valore. Tecnicamente sono indiscutibili ma siamo cono­sce dei nostri mezzi e non abbia­mo alcuna intenzione di recitare il ruolo della vittima sacrificale. Come sempre metteremo in cam­po tutto quello che abbiamo per portare a casa il risultato”.

L’ultima partita giocata, tra la Po­lisportiva Battipagliese e la Ad Maiora Taranto, dopo una presta­zione gagliarda delle ioniche, si è risolta a favore delle campane.

L’incontro preparato in due giorni da coach Palagiano, in quarantot­to ore come di prassi nei turni in­frasettimanali, con il solito curato e certosino lavoro in palestra, alla vigilia, si presentava irto di diffi­coltà per la bontà del roster delle salernitane, dove alcune atlete, militano nella formazione di A/1, in qualità di under e quindi ricche di esperienza e qualità.

Alle normali difficoltà che la for­mazione ionica avrebbe dovuto incontrare si aggiungevano an­che le importanti defezioni del play Giorgino, infortunatasi in maniera seria nel match casalingo contro Scafati e la lunga Palmi­sano, alle prese con un problema muscolare che ne impediva la partecipazione nella trasferta sa­lernitana. Rinviato per maltempo, invece, il match che era in pro­gramma a Capri prima della sosta di campionato.