x

x

Taranto-Casarano, duello a distanza

Il Taranto - repertorio

Giovedì di campionato per il girone H di serie D e per la capolista Taranto che viene dalla vittoria esterna contro il Brindisi (1-3). Ad essere ospiti allo Iacovone i gialloblu del Gravina, ma ad andare in scena è anche il duello a distanza tra i rossoblù ionici ed il Casarano secondo in classifica ma con due partite da recuperare. I salentini saranno di scena sul campo dell’Altamura.

«A Brindisi mi è piaciuto particolarmente lo spirito con cui ci siamo adattati al terreno di gioco: reagire così dopo un gol subìto poco prima dell’intervallo non era scontato. Siamo usciti dagli spogliatoi con il piglio della grande squadra, abbiamo recuperato lo svantaggio e preso tre punti importanti» ha voluto sottolineare nella conferenza pre-gara il tecnico del Taranto Giuseppe Laterza. Nessuna distrazione è consentita, comunque: i riflettori devono essere puntati sul Gravina. «Dei nostri avversari temo l’equilibrio. In queste ultime cinque partite ha subìto pochi gol e cercheranno sicuramente di fare punti. Dovremmo essere bravi nelle marcature preventive, prestando attenzione alle ripartenze». Le prestazioni di Diaz e Tissone stanno facendo discutere. «Quando un attaccante non segna le critiche sono normali e bisogna accettarle.

Non si deve, però, giocare a testa bassa e lui ha reagito perfettamente, come in occasione del rigore con il Molfetta. Diaz può giocare anche da seconda punta e per gli avversari è più difficile avere a che fare con due attaccanti di peso. Tissone appena arrivato si è messo subito a disposizione della squadra, dimostrando grande professionalità. Contro di noi gli avversari si chiudono, anche squadre come Picerno e Casarano. Davanti alla difesa può esprimersi al meglio e toccare più palloni. Nicolas Rizzo? Sull’esterno può esprimere tutto il suo potenziale, ma in alcuni momenti della partita dobbiamo essere più equilibrati, cercando di essere sempre propositivi».