20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 07:42:14

Calcio

Vivacqua è del Taranto. De Solda: “Stavolta è vero”

L'accordo con il 19enne scuola Lazio è stato raggiunto e quindi non resta che mettere nero su bianco con l'incontro che si terrà in sede


TARANTO – Francesco Vivacqua (nella foto), salvo ripensamenti dell’ultim’ora, sarà ufficiamente questo pomeriggio un calciatore rossoblù, con tanto di firme sui contratti.
L’accordo con il 19enne scuola Lazio é stato raggiunto e quindi non resta che mettere nero su bianco, con il direttore sportivo Alessandro De Solda che lo incontrerà per la stipula del vincolo in sede.  “Salvo problemi” ha detto De Solda “siamo a posto con questo nuovo innesto e finalmente possiamo dire di aver chiuso il mercato in entrata, visto che siamo già d’accordo su tutto e dobbiamo solo vederci per la firma.
Potrebbe già essere a disposizione per la gara di coppa Italia di domani sera a Bisceglie, ciò non toglie che potremmo anche effettuare nuove mosse in entrata, vedremo cosa offrirà il panorama degli svincolati”.

 

Campionato intanto che ha diversi segni ‘meno’ in classifica, compreso il Keller penalizzato di due punti, come lo giudica?
“La risposta é semplice, se non si rispettano i termini di saldo delle spettanze ecco che si arriva a questo risvolto. I calciatori hanno diritto ad essere tutelati, questo é un lavoro a tutti gli effetti, quindi servono giustamente i giusti apporti in tal senso, visto che entro il mese di maggio bisogna adempiere per chiudere la stagione, altrimenti scattano le penalizzazioni”.
I campani quindi verranno ancor più caricati secondo lei?
“Io credo che chiunque viene a Taranto lo faccia con questo spirito bellicoso, perché affrontare una nobile decaduta come quella rossoblù é sempre una sfida dal palato fine, quindi non ci stupiamo più di tanto”.
Prime contestazioni a Monopoli e Marcianise in testa da solo: campionato equilibrato?
“I tifosi si sa che hanno sempre fretta di vincere e non ci stanno quando accade qualche risultato negativo, quindi ecco spiegato il tutto. A Monopoli dopo un ottimo precampionato erano convinti di stravincere anche subito e la sconfitta di sabato scorso proprio contro i nostri prossimi avversari ha lanciato i primi mugugni in seno alla tifoseria, ma sapevo già che questo era un campionato equilibrato e quindi non mi stupisco più di tanto. I campani sono in testa perché sinora hanno avuto un calendario agevole, sono sicuro che entro un mesetto avremo un quadro più chiaro della situazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche