15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Calcio

Maiuri: “Il Bisceglie? Buona squadra, ma non abbiamo paura”

Il tecnico jonico carica i suoi in vista della trasferta di domenica


TARANTO – Il derby di Bisceglie si avvicina ed in casa rossoblù comincia a salire la tensione, sebbene Clemente e compagni saranno orfani dei loro tifosi, stante la decisione del Prefetto della zona regionale Bat di inibire loro la trasferta per motivi di ordine pubblico.

Il tecnico Enzo Maiuri (nella foto) intanto, in risposta alle dichiarazioni del suo collega Bitetto (“Vinceremo noi”) dice la sua in merito: “La partita è difficile per entrambe” ha tagliato corto “noi dobbiamo solo guardare in casa nostra e non pensare ai problemi degli altri”.


Loro hanno Del Core…
“Noi abbiamo i nostri, quindi non ci sentiamo assolutamente inferiori a nessuno, per quanto riguarda Miale e Menicozzo hanno avuto dei problemi dovuti al cambio di campo, visto che ci stiamo allenando sul campo B da qualche giorno, ma saranno regolarmente in campo”.

Come giudica il Marcianise in vetta da solo?
“Una buona squadra che ha delle buone individualità e che attua un 3-5-2 ben rodato, se dovesse continuare così sarà un’antagonista in più da temere. Siamo ancora agli inizi, quindi é presto per esprimere giudizi concreti, c’é molto equilibrio e questo non va dimenticato”.

Siete a pari punti col Matera, antagonista numero uno che ha un organico extralarge.
“Secondo me invece è un bel problema perché Cosco si ritrova ben 32 elementi nella sua rosa e quindi addirittura tre per ruolo con l’aggiunta che sono 18 seniores, alla lunga sono grattacapi notevoli perché si é costretti a doverne lasciare molti fuori, io invece ne ho 24 a disposizione e lo ritengo un quantitativo giusto”.

Vicenda Nardò: da ex, come le sembra?
“Non voglio entrare nei particolari perchè ho anche vissuto i problemi societari in loco e so benissimo che da anni le cose non vanno bene. Di sicuro la loro rinuncia al campionato comporterebbe uno sfasamento della classifica, così come trovo anche strana la vicenda del Cerignola che si è visto respingere il ricordo per disputare la serie D a campionato già iniziato, immagino cosa sarebbe stato un girone a 19 con le gare da recuperare ed i turni infrasettimanali”.

Tornando al Bisceglie, cosa teme dei murgiani?
“Ho tastato con mano dieci giorni fa che sono una buona squadra che possono dire la loro fino alla fine nell’alta classifica e quindi di sicuro sarà una battaglia dal primo all’ultimo minuto. Noi non dobbiamo temere nessuno ed essere sicuri di ciò che vogliamo, sono convinto che faremo bene perchè i ragazzi sono determinatissimi ad ottenere determinati risvolti che ben sappiamo tutti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche