10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Calcio

Bisceglie-Taranto: 3-3. Eroica doppia rimonta rossoblù

Il Taranto a 300 secondi dallo scadere era sotto di due gol. Maiuri furibondo


Questione di prospettiva: gli ottimisti guardano alla rimonta in extremis segno di grande carattere; i pessimisti guardano alla difesa ballerina che aveva quasi completamente compromesso una gara importantissima contro un avversario diretto nella corsa promozione.

Il problema è che entrambi hanno ragione. Il Bisceglie a 5 minuti dallo scadere era in vantaggio di due gol ed aveva la partita in pugno. Negli ultimi 300 secondi, invece, il Taranto si è ricordato di essere il Taranto ed ha rimediato agli orrori della sua difesa a cavallo dell'intervallo tra i due tempi.

E' stata una gara comunque spettacolare quella al Gustavo Ventura tra due squadre che sono consapevoli della propria forza e degli obiettivi stagionali. Dopo le prove tecniche in Coppa Italia (quando ha prevalso il Bisceglie) le due compagini hanno fatto sul serio mettendo in campo tutte le energie per superarsi.

Il Bisceglie è partito forte ed è andato in vantaggio dopo 13 minuti su calcio di rigore. L'occasione se la procura Croce, autentico eroe del match (alla fine metterà a segno una tripletta personale). Il fallo è di Prosperi. Croce è freddissimo e porta in vantaggio i padroni di casa.

Il Taranto non ci sta e replica immediatamente con Clemente. Il bomber rossoblù al 17', infatti, lascia andare perfettamente la gamba per una conclusione che sbatte sotto la traversa e finisce in gol, nonostante il disperato tentativo di salvare la propria porta di Loiodice.

Il risultato di parità regge sino al 36' del primo tempo. Croce approfitta ancora di uno svarione della difesa ospite che lascia passare un passaggio filtrante per Croce che non perdona.

Il tecnico del Taranto va su tutte le furie con i suoi. Ma non immaginava quello che ancora avrebbe dovuto vedere al 31' della ripresa quando la sua difesa di fatto ha lasciato un cross facile facile sulla testa di Croce che non ci ha pensato un istante a trafiggere il portiere avversario.

La gara a quel punto sembrava davvero chiusa. Il Bisceglie assoluto padrone del campo passeggiava sulle ceneri della difesa tarantina. Fioccano le occasioni, ma i nerazzurri stellati non infieriscono.

E così, proprio come una belva ferita, al 40' si scatena il Taranto ed in 60 secondi riagguanta una gara compromessa: Al 41' del secondo tempo Mignogna su punizione e un minuto dopo Ancora con uno straordinario diagonale fissano il punteggio sull'incredibile 3-3.

Al termine entrambi gli allenatori, per motivi diversi, erano furiosi.

«Mi piace il carattere mostrato dai miei alla fine – ha detto il tecnico tarantino Maiuri -. Ma così proprio non va. Stop. Bisogna cambiare tutto. Non esiste proprio che prendiamo gol così. Martedì faremo i conti con i ragazzi».

Insomma, non sarà un buon inizio settimana per i calciatori rossoblù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche