14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Calcio

Rossoblù, difesa sotto torchio in vista della prova Turris

Oggi la ripresa degli allenamenti dopo la trasferta di Bisceglie


Archiviato il pareggio rocambolesco maturato in quel di Bisceglie, i rossoblù hanno ripreso nel pomeriggio la preparazione in vista della gara casalinga di domenica contro la Turris, interlocutore sicuramente scomodo e da prendere con le molle.

Resta ancora scoperto intanto nel pacchetto arretrato il ruolo dell’esterno under e l’assenza di Claudio Miale sicuramente ha inciso non poco in tal senso con lo stesso direttore sportivo  Alessandro De Solda che non nasconde il problema: “Il mercato al momento è chiuso e reperire svincolati che possano ricoprire questo ruolo estremamente delicato non è facile, quindi bisogna studiare il tutto con estrema attenzione. Di sicuro non stiamo fermi e valutiamo ogni caso con occhio vigile, sappiamo che in difesa dobbiamo rinforzarci con un esterno under e presto risolveremo la questione”.


Vicenda Nardò ancora in primo piano coi salentini penalizzati ora di ben 11 punti, come la giudica?
“Posso dire, in maniera ironica, che è meglio che si ritirino ora a campionato iniziato che non a metà dello stesso, parlo in ottica di falsamento. Questo perchè avendo disputato solo due partite, di cui una pareggiata e l’altra persa, almeno non hanno causato grossi contraccolpi alla classifica, di certo dubito che riusciranno a risolvere questi problemi, visto che hanno ricevuto multe su multe oltre a continui punti di penalizzazione. Ormai il mancato rispetto delle scadenze è una prassi consolidata anche nei professionisti, basti vedere in serie B i casi di Siena e Bari ed il quadro è completo”.

Tornando al calcio giocato, domenica arriva la Turris, che partita prevede?
“Ostica e complessa, parliamo di un avversario che ho inserito tra le prime cinque del campionato e che punta alla vittoria finale, domenica ha sconfitto una grande come il Monopoli e quindi non verrà qui certo a fare le barricate. Ma lo sapevo che ogni gara sarebbe stata difficile, domenica lo è stata a Bisceglie e lo sarà anche adesso contro i corallini, non dimentichiamo che parliamo di una compagine che ha anche una storia di professionismo molto lunga”.

Cosa manca a questa squadra per la vetta?
“Non parlo per natura dei singoli, io inquadro i discorsi in chiave collettiva, serve solo avere tanta attenzione e gestire al meglio le situazioni. Domenica mancava  Miale e la sua assenza è pesata, di certo c’è ancora molto da lavorare perchè i margini di miglioramento devono incrementarsi ancora tanto”.

E’ amaro intanto l’esordio casalingo della Juniores del Taranto. I rossoblù, nella partita valida per la seconda giornata d’andata del campionato, vengono sconfitti immeritatamente dal Francavilla in Sinni. Gli ospiti hanno espugnato lo Iacovone B sfruttando due calci piazzati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche