04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 19:40:00

Calcio

Taranto-San Severo: 1-1. Rossoblù gelati allo scadere

Il vantaggio di Molinari porta solo un punto. Fischi durante il minuto di silenzio per le vittime di Ginosa


E' successo tutto negli ultimi 15 minuti del match. Il vantaggio del Taranto; il possibile raddoppio; la doccia gelata allo scadere con il pari ospite.

E così il Taranto si deve accontentare solo di un punto in questo derby con il San Severo che torna di scena allo Iacovone dopo 18 anni di assenza.

Era una partita importantissima per Maiuri che solo 7 giorni fa aveva incassato la fiducia della società e che aveva in mente di ripagarla con tre punti preziosi. Ma i piani sono saltati al 90' quando gli ospiti hanno gelato i sostenitori rossoblù che già cominciavano a pregustare la festa.

La gara, per onor di cronaca, non è stata bellissima. Il Taranto ha mostrato di essere ancora in convalescenza. Anche se, guardando le occasioni da gol, avrebbe certamente meritato di più.

Il match, come detto, si è sbloccato alla mezz'ora del secondo tempo con Molinari abile ad insaccare di testa un pallone splendidamente lavorato da Migoni dalla destra. Un gol che lo stesso Molinari ha voluto dedicare al compagno di squadra Prosperi beccato a lungo dai suoi tifosi.

La gara sembra ormai in discesa. Soprattutto quando al 40' Molinari ha l'occasionissima per chiudere il conto: entra in area in velocità saltando avversari come birilli, ma la gioia resta in gola quando il portiere avversario gli chiude la porta in faccia.

E come spesso avviene nel calcio, passano pochi minuti ed arriva la punizione inattesa: Polani all'44' di testa insacca su spiovente proveniente da calcio d'angolo, gelando squadra e pubblico jonico.

Inutile il forcing finale dei rossoblù che, alla fine, vengono sonoramente fischiati dai tifosi. Gli stessi tifosi, va ricordato, che avevano profanato il minuto di silenzio per le vittime dell'alluvione di Ginosa, con alcune bordate di fischi.

Anche su questo bisognerà riflettere in società. E, intanto, il tecnico Maiuri torna sulla graticola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche