21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Calcio

Domenico Pellegrini: “La rimonta? Ci crediamo”

Il direttore generale rossoblù suona la carica in vista del match con il Gladiator e dei prossimi scontri diretti


Infermeria affollatissima in vista del delicato match di domenica a Santa Maria Capua Vetere contro il Gladiator e due sicuri saranno gli assenti quali Clemente e Fonzino, il cui rientro dovrebbe avvenire nell’anticipo di sabato 16 a Matera (anche in casa lucana tira aria nervosa con il centrattacco Francesco Di Gennaro messo fuori rosa dal presidente Columella, ndr).


In forse anche capitan Prosperi (ematoma alla coscia) e Marchitelli (problemi al tendine rotuleo), mentre Miale e Migoni, che hanno svolto da par loro lavoro differenziato, dovrebbero recuperare senza problemi. Il “Piccirillo” della cittadina casertana nell’occasione dovrebbe riaprire i battenti, essendo stato rimesso a nuovo a tempo di record, anche se si attendono conferme in tal senso.

Intanto il direttore generale Domenico Pellegrini traccia la strada in proiezione di una risalita verso le zone che contano della classifica:

“Era importante vincere domenica contro il Grottaglie e lo abbiamo fatto, quindi ora dobbiamo dare continuità a questi risultati.
I presupposti ci sono tutti, il momento delicato c’è stato ed ora ne stiamo fortunatamente uscendo fuori, siamo in credito di almeno quattro punti che abbiamo dissipato nei minuti finali contro San Severo e Puteolana, adesso dobbiamo semplicemente continuare a vincere e risalire la china”.

Esclude un ritorno di Luca Evangelisti come direttore sportivo?
“Assolutamente si, era in tribuna come fanno tanti addetti ai lavori domenicalmente, quindi non si pone proprio il discorso.
Faremo il punto della situazione con il tecnico Papagni tra una decina di giorni prima di agire alla riapertura del mercato agli inizi di dicembre”.

Domenica ci saranno numerose assenze, preoccupato?
“La rosa è ampia e non ci saranno eventualmente problemi di rimpiazzo degli assenti, il nostro compito è ora quello di accorciare le distanze dalla vetta, sei punti non sono impossibili da recuperare. Siamo ancora a mercoledì, sicuramente qualcuno recupererà e potrà essere in campo”.

Iniziano gli scontri diretti, campionato aperto allora?
“Il campionato è appena iniziato, ci sono 25 partite ancora da disputare, quindi non mi sembra che siamo già arrivati a verdetti già consumati. Ci sono, ripeto, tutti i presupposti per recuperare posizioni di classifica ed iniziare un discorso importante in chiave vertice, queste due partite saranno determinanti per risalire la china e presentarci a dovere allo scontro diretto di Matera con la massima serenità”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche