x

x

Contro il Gelbison Clemente verso la panchina

Una buona notizia per Aldo Papagni è costituita dal ritorno in gruppo di Giampiero Clemente che potrebbe domani accomodarsi in panchina, mentre restano indisponibili Carloto e Viscuso, con quest'ultimo che tornerà a disposizione soltanto ad inizio dicembre, sebbene non dovrà subìre l'intervento chirurgico alla caviglia inizialmente preventivato.

Tutti a disposizione per il resto e formazione che sembra pressocchè scontata con Molinari ed Ancora in avanti dal primo minuto, col picciotto palermitano che potrebbe trovare posto in lista sebbene il tecnico di Bisceglie potrebbe non rischiarlo in vista della trasferta di domenica prossima a Matera.


A tal proposito, in proiezione della supersfida della prossima settimana nella città dei Sassi, Taranto Buonasera ha contattato il doppio ex allenatore di rossoblù e biancazzurri Adriano Cadregari, attualmente docente ai corsi Uefa di Coverciano che da lunedì sarà proprio in Puglia per due settimane a Brindisi sempre per ragioni professionali: “Ritengo Aldo Papagni un tecnico preparatissimo e sprecato per la categoria, così come anche Toma che è un vostro ex e che ora è al timone dei biancazzurri, essendo docente di tecnica nei corsi per allenatori alla scuola di Firenze conosco bene molti miei colleghi”

Seguirà la supersfida domenica prossima?
"Potrei anche esserci perchè da lunedì sarò a Brindisi per tenere delle lezioni e quindi mi piacerebbe seguire questa partita importante, aggiornarmi su schemi e quant'altro, fa parte del resto del nostro lavoro. Conosco bene anche gli ex Maiuri e Cosco”.

Matera ha 32 elementi in rosa, il Taranto anch'esso vanta gente di qualità, se la giocheranno solo loro due per la promozione?
"Si possono anche avere 40 cavalli in una scuderia, ma ci sono poi quelli che vanno bene e quelli che invece sono inadatti, bisogna combinare a dovere le carte che si hanno in mano senza spulciarle a casaccio dal mazzo”.

I biancazzurri hanno un presidente che vuole vincere subito ed hanno elementi di qualità sprecati per la categoria, idem i rossoblù, l'unica soluzione è che devono essere tutti uniti verso un obiettivo e basta.

A dicembre riapre il mercato, a Matera Di Gennaro è fuori rosa e vogliono Clemente: uno scambio è fantacalcio?
"Parliamo innanzitutto di due lussi per la serie D, due grandi talenti che farebbero la differenza anche in cadetteria, quindi andrebbe a mio avviso benissimo. Ad esempio, pur non avendolo mai allenato, so che Molinari è un ottimo perno del reparto avanzato rossoblù e non vedrei affatto male un tandem proprio con Di Gennaro, sono dell'avviso che certe coesistenze tattiche si possono anche attuare".

Domani intanto c'è la sfida contro il Gelbison Cilento, sette punti in tre partite, Papagni è l'uomo giusto?
"Sicuramente ha dalla sua esperienza e competenza, conosce bene la piazza avendoci allenato anni addietro ed oltretutto con grande costrutto ottenendo ottimi risultati. Inutile negarlo, il girone è difficile, la concorrenza è agguerrita, l'equilibrio regna sovrano, poi con la riapertura del mercato molte cose possono cambiare è chiaro, di certo non bisogna troppo sopravvalutare la figura dell'allenatore, il suo apporto incide al massimo al 20%. L'ambiente campano lo conosco bene, avendo allenato a Salerno 14 anni addietro e quindi so che ci sono nei dintorni squadre di qualità con elementi validi, sarà sicuramente una partita difficile”.