Calcio

I Rossoblu tentano l’assalto alla vetta della classifica

Primo storico incrocio contro il Real Metapontino


Primo storico incrocio contro il Real Metapontino, sebbene vi è un precedente di agosto scorso in coppa Italia (2-0 per i rossoblù con una splendida rete da cineteca di Clemente, ndr).

In questi quattro mesi ne è caduta di acqua sotto i ponti con i lucani che hanno rinforzato a dovere il loro organico, innestando gente di qualità con trascorsi professionistici, su tutti Francesco Di Gennaro, elemento assolutamente sprecato per la categoria e che, stante anche il peso anagrafico per la Lega Pro (ha 31 anni) si è trovato suo malgrado costretto a dover ripartire dalla serie D.

Ma scorrendo in maniera concreta l’organico in mano a Raimondo Catalano si tastano con mano nomi di qualità quali Pentimone, Barreca, Ambrosecchia, Maglione, Caridi, Iennaco, Giacobbe, Di Senso ed il tarantino doc Sergio De Tommaso, elementi che di certo non sono arrivati in loco per svernare e quindi, come si suol dire, servirà la massima allerta.

Intanto Aldo Papagni ha svolto come sempre il suo lavoro sul campo con i soli Miale e Greco che hanno svolto allenamento differenziato, per il resto infermeria completamente vuota ed ampio raggio di scelta nell’undici di partenza.

Troveranno sicuramente posto in panchina i neo innesti Picascia e D’Angelo, quest’ultimo, bomber prezzolato richiesto da numerose società (su tutti Termoli e Grosseto in Prima Divisione) potrebbe fare il suo esordio a gara in corso e di certo appare un investimento importante per il reparto avanzato, già comunque blindato a dovere con Molinari, Clemente e Balisteri.

Radio mercato intanto dà per quasi fatto il ritorno di Piergiovanni Riezzo, classe 1994, tarantino doc (ed ultrà della curva nord) che ha ottenuto importanti risultati nella vicina Manduria, compreso un titolo di vice campione d’Italia con la juniores di Antonio Giunta a giugno scorso e che ha vestito nei primi tre mesi stagionali la casacca del San Severo al fianco di un ex, figlio d’arte oltretutto, quale Luca Selvaggi (figlio dell’indimenticato Spadino Franco).

In forza al Chievo Verona, col quale ha svolto la preparazione estiva prima di essere dirottato in terra dauna, è ora tornato in forza al sodalizio scaligero ma è pronto a rituffarsi con entusiasmo nella sua città di origine per arricchire il parco under.

Intanto, sempre in tale ottica, l’ex rossoblù Massimiliano Marsili ha firmato per il Matera, coi lucani che continuano a fare incetta di acquisti pur di timbrare il salto di categoria e con il loro presidente Saverio Columella che garantisce con estrema fermezza che il salto di categoria sarà appannaggio dei biancazzurri dell’ex di turno Antonio Toma, solite ridde di chiacchiere di un campionato sempre più infiammato ed infuocato alla massima potenza.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche